Ultim'ora
Commenta

Ospedale, dal Comune lettera
ai vertici: 'Quale futuro
per la sanità cremonese?'

Una lettera a firma congiunta del sindaco Gianluca Galimberti e del presidente del Consiglio Comunale Paolo Carletti sui temi della sanità locale è stata inviata oggi all’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, al direttore generale dell’Ats Val Padana Salvatore Mannino e al direttore generale dell’Asst di Cremona Giuseppe Rossi.

La lettera fa seguito agli incontri che, in queste settimane, sono avvenuti con numerosi medici e cittadini, nonché agli incontri istituzionali formali e informali di confronto sui temi della sanità. Il sindaco e il presidente del Consiglio Comunale, rilevando come la preoccupazione e anche la paura siano sentimenti diffusi, hanno deciso di farsene carico “perché si parla della vita di tutti e, su questo, non si vuole e non si può tacere”.

Sono state così formulate sei domande precise e dettagliate che sottopongono ai loro interlocutori con spirito di collaborazione, stimolo e servizio. Domande “sorte, in particolare, durante la seduta del Consiglio Comunale di Cremona, tenutasi mercoledì 16 settembre, che ha affrontato in modo approfondito i temi legati all’organizzazione, alle scelte politiche e sanitarie nel nostro territorio, ma che emergono anche dai diversi colloqui e richieste che molti cittadini rivolgono direttamente agli amministratori locali”.

Tra queste domande, come potrà il nostro sistema ospedaliero reggere una nuova eventuale ondata pandemica rispondendo allo stesso tempo alle esigenze assistenziali più svariate dei cittadini? E come mai il territorio cremonese non ha suoi rappresentanti nella commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza? Per quanto ancora le prestazioni sanitarie andranno a rallentatore? In che modo verranno aiutate e sostenute le Rsa? Quando saranno distribuite le vaccinazioni antinfluenzali? Ma soprattutto quale sarà il futuro dell’ospedale?

Per quanto Cremona ha subito e patito in questi mesi, il sindaco e il presidente del Consiglio Comunale, “ritengono essenziale e imprescindibile trovare risposte, individuare investimenti, definire impegni precisi, forti e immediati”.

Con il Consiglio Comunale di Cremona e con i sindaci dell’Ambito socio sanitario e del territorio provinciale la partita della sanità viene seguita con determinazione. In attesa di altre occasioni pubbliche in cui rispondere alle domande poste, nel frattempo Sindaco e Presidente del Consiglio “chiedono un riscontro urgente e chiaro”.

LA LETTERA

© Riproduzione riservata
Commenti