Ultim'ora
Commenta

Ricordo delle vittime sul
lavoro, anche a Cremona
la Giornata ANMIL

Si celebra il prossimo 11 ottobre la Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro sebbene quest’anno le misure antiCovid ci costringano a contenere fortemente le manifestazioni che da sempre organizziamo su tutto il territorio.

Questa Giornata, attraverso le storie delle vittime del lavoro, vuole mettere in luce quanto sia inadeguata la tutela ad esse riservata dal Testo Unico infortuni che risale al 1965, e che lascia fuori da ogni tutela alcune categorie di familiari e stretti congiunti, non prevede alcun supporto psicologico e non garantisce un effettivo reinserimento lavorativo. Ma allo stesso tempo vogliamo sottolineare quanto sia importante mettere la sicurezza sul lavoro al primo posto la cui mancanza è causa di infortuni sempre evitabili e prevedibili.

Per quest’anno l’ANMIL Provinciale , che sul territorio raccoglie circa 3000 soci, ha previsto  a Cremona per la Giornata di domenica 11 ottobre, il seguente programma: ore 10,30 ritrovo  presso il Monumento Ai Caduti  del Lavoro sito in Largo Priori 1 di fronte all’Ospedale Maggiore di Cremona dei Dirigenti/Soci Anmil , del Sindaco di Cremona Prof. Gianluca Galimberti, del Vicario Episcopale per la Pastorale Don Gianpaolo Maccagni , della Responsabile Provinciale Inail Cremona D.ssa Monica Livella, del Presidente Co.Co.Pro Inail Francesco Zilioli  ; ore 10,40 deposizione  Corona d’alloro con accompagnamento  musicale, Benedizione, piccola Cerimonia Civile con breve intervento  del Presidente Anmil Cremona Calzi Mario, del  Sindaco  e del Direttore Inail Cremona .

“Per questa 70ª Giornata vogliamo rimarcare che la salute e la sicurezza sul lavoro sono una priorità per il futuro del nostro Paese e per le nuove generazioni – dichiara il Presidente Territoriale Mario Calzi – in un momento storico in cui l’incertezza e la preoccupazione per il futuro sono diventate una costante soprattutto a fronte dell’epidemia legata al Coronavirus che ha rafforzato la crisi economica già in essere e che ha avuto riflessi negativi a livello sociale e, di conseguenza, sull’andamento del fenomeno infortunistico”.

“La Giornata per le Vittime del Lavoro – conclude Calzi –  rappresenta un’importante occasione per riflettere e programmare le azioni più efficaci da intraprendere per contrastare il fenomeno infortunistico sul lavoro. Noi come ANMIL siamo pronti a fare la nostra parte e dare il massimo supporto per promuovere la cultura della prevenzione, ma questa lotta agli incidenti si vince solo operando tutti con un medesimo obiettivo: il rispetto della salute e della vita dei lavoratori”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti