Ultim'ora
Un commento

Scuole superiori e Covid
si cambia ancora. Incontro
urgente provveditore-presidi

Mondo della scuola ancora una volta costretto a ripensare il proprio funzionamento, per le novità contenute nel Dcpm in vigore da oggi 19 ottobre che, nel ribadire la didattica integrata in presenza – a distanza,  dà la possibilità alle scuole secondarie di secondo grado di implementare le forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica modulando ulteriormente la gestione degli orari in ingresso e uscita, organizzando anche turni pomeridiani. Per la precisione, si legge a proposito delle superiori, “le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attivita’ didattica ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999 n. 275, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9,00”.
Proprio per confrontarsi su queste ulteriori novità, questa mattina e domani, martedì’ 20 ottobre, il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Fabio Molinari terrà una conferenza di servizio urgente con i Dirigenti Scolastici (sia di Sondrio che di Cremona), “per definire – si legge sulla sua pagina Facebook – una linea comune per lo svolgimento delle lezioni in presenza e a distanza.
Invito tutti a mantenere la necessaria tranquillità. Sono convinto che, grazie alla preziosa collaborazione dei Presidi, individueremo le soluzioni migliori possibili rispetto alla situazione. Non mancheranno informazioni immediate a seguito degli incontri di cui sopra”.

© Riproduzione riservata
Commenti