Cronaca
Commenta

Da Fondazione Cariplo 1,5 milioni di euro per il libro e la lettura

Fondazione Cariplo

E’ online il bando Per il Libro e la Lettura: 1,5 milioni di euro con cui Fondazione Cariplo intende sostenere la lettura affinché diventi una pratica quotidiana per fasce sempre più ampie di popolazione. La lettura è una pratica essenziale per l’inclusione sociale, economica, culturale dei cittadini. Consente infatti l’accesso alla cultura, alla conoscenza e all’informazione e svolge anche un ruolo abilitante nei confronti di tutte le forme di partecipazione culturale: i dati Istat riportano infatti che i lettori tendono a frequentare cinema, teatro e musei o mostre più spesso dei non lettori.

“La lettura educa alla cittadinanza, alla consapevolezza del vivere e favorisce la capacità di interpretazione di un mondo che cambia” spiega Franco Verdi, membro cremonese della commissione centrale di beneficenza della fondazione. “Fondazione Cariplo in questo modo intercetta esperienze innovative in capo a scuole e biblioteche, dove l’esperienza della lettura è sollecitata a livello motivazionale, emozionale, di scambio e di relazione”.

L’obiettivo generale del bando è ampliare la “base sociale” della lettura, ovvero promuovere l’aumento del numero di lettori. In tale ottica la Fondazione intende sostenere progetti che stimolino la curiosità e il piacere di leggere per tutta la popolazione e con speciale attenzione a bambini, adolescenti e giovani adulti; agli anziani; alle persone adulte con scarsa propensione alla lettura e/o con minori opportunità. Particolare attenzione verrà posta agli interventi nelle aree marginali del territorio di riferimento della Fondazione o nelle periferie dei grandi centri urbani.

I progetti candidati dovranno combinare tre “ingredienti” fondamentali: la condivisione e la socializzazione tra partecipanti, il loro protagonismo, la continuità progettuale attraverso il radicamento in presidi fisici presenti sul territorio.

Il bando è disponibile alla pagina ‘bandi’. Nella medesima sezione, sarà presto possibile consultare un documento di Faq (domande frequenti), la cui lettura è raccomandata in via preliminare all’elaborazione dei progetti da candidare sul bando. C’è tempo fino al 16 dicembre per partecipare al bando.

© Riproduzione riservata
Commenti