Ultim'ora
2 Commenti

Emergenza Covid e non solo
Appello di 71 medici. Lima:
'Meno tavoli, più interventi'

E’ stata presentata questa mattina a SpazioComune la lettera del mondo sanitario cremonese, sottoscritta da 71 tra medici ospedalieri, medici di rsa e di case di cura private, oltre che di Medicina generale, rivolta a Regione, vertici di Asst e Ats e sindaco di Cremona. Una lettera (leggi qui i contenuti) che – hanno spiegato Claudia Balotta, Angelo Pan e Gianfranco Lima – rappresenta una cornice di interventi alcuni immediati, altri di prospettiva, migliorativi della sanità cremonese, andata progressivamente depauperandosi.

“Non è il momento di partecipare a tavoli, occorre essere concreti”, ha esordito Gianfranco Lima, presidente Ordine dei Medici di Cremona. “Questa lettera rappresenta la voce preoccupata di operatori che di fronte a questa realtà cercano di fare squadra, è la  prima volta che medici e sanitari appartenenti a diversi mondi – ospedalieri, del territorio, di case di cura – parlano con una voce univoca”. Lima mette in evidenza le difficoltà della medicina di base, chiamata ad un nuovo aggravio di compiti: oltre alle vaccinazioni, anche i tamponi ad esempio. “Dobbiamo immediatamente trovare dei luoghi dove farli – ha detto a proposito di questi ultimi- sono personalmente contrario ai tamponi fatti negli studi dei medici di medicina generale, sul territorio ne esisteranno di adatti forse due o tre”. Obiettivo primario, spiega Lima è di “non avere più un solo medico che si ammala”, e per questo occorre fare corretta informazione. Rivolto ai media chiede “una pagina in meno di Covid e una in più su informazioni chiare, semplici vademecum”, indirizzati anche agli stessi medici: “Inconcepibile che un medico non si faccia  vaccinare all’antinfluenzale”. aggiunge. Ma avverte anche sui pericoli di un abbassamento della guardia da parte dei cittadini da dopo l’estate: “Vedo che la gente ha ricominciato ad andare negli studi medici senza prenotazione o accompagnato da due , tre persone e questo non va bene”.

Della situazione in ospedale ha parlato il direttore di Malattie Infettive Angelo Pan: “la situazione non è quella di marzo aprile, quando avevano 25 ricoveri al giorno, ma ricordiamoci che a inizio ottobre avevamo 4 ricoverati Covid e oggi sono 70”. Le pandemie sempre esistite, ma di così virulente se ne può annoverare soltanto una negli ultimi 100 anni, la Spagnola nel 1919: “Questa è una pandemia assolutamente speciale, negli ultimi 100 anni ce n’è stata una sola”. Questa eccezionalità fa sì che “avremo a disposizione finanziamenti unici nella storia del nostro Paese, penso al recovery fund: Cremona potrebbe avere  l’0ccasione di finanziamenti  irripetibili per potenziare la nostra sanità. Il nostro scopo è propositivo, non ci interessano le polemiche, siamo medici e siamo abituati a risolvere i problemi”.

Qualcosa sul fronte del potenziamento si sta muovendo: il 12 novembre sarà assunta una nuova infettivologa presso il reparto cremonese e un altro medico arriverà a tempo determinato. Il problema però è che potenziare gli organici sanitari non è semplice in quanto Cremona non ha un ospedale particolarmente attrattivo e i medici sono pochi per l’effetto perverso – ha spiegato Claudia Balotta – “dei tagli alla sanità fatti negli ultimi decenni in Italia, tagli senza eguali in Europa, senza pensare non dico all’emergenza attuale, ma anche solo all’invecchiamento costante della popolazione”. E difatti, ha aggiunto Lima, “i concorsi per molti specialità vanno deserti”. I medici ospedalieri hanno oggi esperienza in più rispetto a marzo, “ma siamo più stanchi”, anche psicologicamente, ha aggiunto Pan, sottolineando una delle richieste intervento nella lettera. Un’altra è relativa alla necessità che il Covid non assorba tutte le energie dei medici: “Non si può morire di infarto perchè c’è il Covid”.

Tra il pubblico, i medici Aldo Pani, Giovanna Bianchini, Giovanni Bozzetti, Paolo Bodini, esponente di Articolo 1: “Non solo la legge regionale 23 va cambiata, ma va riformato tutto il servizio sanitario nazionale. Non è possibile che esistano tanti sistemi differenzIati a seconda delle Regioni, se un sistema regionale rappresenta una best practice, perchè non dovrebbe essere estesa a tutto il territorio?” gbiagi

I FIRMATARI DEL MANIFESTO SULLE NECESSITA’ DELLA SANITA’ CREMONESE

Gianfranco Lima, Presidente Ordine dei Medici, Cremona
Angelo Pan, Direttore Malattie Infettive, ASST, Cremona
Marco Agosti, Medico Medicina Generale, ATS, Crema
Claudia Balotta, già Professore Associato Malattie Infettive, Università degli Sudi di Milano
Vittorio Baratta, Responsabile, Chirurgia di indirizzo vascolare, ASST Cremona
Lia a Beccara, Medico ospedaliero, ASST, Cremona
Giovanna Bianchini, già Medico ospedaliero, ASST, Cremona
Annamaria Bini, Medico Medicina Generale, ATS, Casalmaggiore
Paolo Bodini, già Primario Medicina, ASST, Cremona
Luigi Bonaglia, già Medico ospedaliero, ASST, Cremona
Federico Bontardelli, Medico Medicina Generale, ATS, Cremona
Giancarlo Bosio, Direttore, Dipartimento Medico e Pneumologia, ASST, Cremona
Liana Boldori, già Direttore Dipartimento Prevenzione, ASL, Cremona
Paolo Buselli, Direttore, Riabilitazione Specialistica, ASST, Cremona
Lorenzo Cammelli, Direttore Medico di Presidio Ospedaliero Cremonese (POC), ASST, Cremona
Giuseppe Carnevale, già Primario Malattie Infettive, ASST, Cremona
Gennaro Carpentieri, già Medico ospedaliero, ASST, Cremona
Gioachino Caresana, Direttore Dermatologia, ASST, Cremona
Paola Casetti, Medico Medicina Generale, Casalmaggiore
Claudio Cavalli, Direttore Pediatria Aziendale, ASST, Cremona
Ilaria Cavalli, Medico ospedaliero, ASST, Cremona
Novella Ceretti,  Medico Medicina Generale, Piadena
Antonio Coluccello, Responsabile f.f. Terapia Intensiva, ASST, Cremona
Gianmario Corbani, Medico Medicina Generale, ATS, Cremona
Antonella Cozzini, Pediatra Libera Scelta, Casalmaggiore
Francesco Crea, Medico Medicina Generale, ATS, Cremona
Massimo Crotti, Direttore. Immuno-Ematologia e Medicina Trasfusionale, ASST, Cremona
Gianbattista Danzi, Direttore Cardiologia Presidio Ospedaliero Cremonese, ASST, Cremona
Paola Demicheli, Medico Medicina Generale, ATS,   Casalmaggiore
Bruno Drera, Direttore f.f., Patologia Neonatale con UTIN,, ASST, Cremona
Alessio Faliva, Responsabile Terapia del Dolore e Cure Palliative POC, ASST, Cremona
Laura Federici, Medico Medicina Generale, Casalmaggiore
Mario Federici, Medico Medicina Generale, Casalmaggiore
Pierluigi Ferrari, Presidente Tecnici Sanitari Radiologia Medica, Cremona
Antonio Fioravanti, Direttore Neurochirurgia POC, ASST, Cremona
Margherita Fornaciari, Direttore Medicina Legale, Risk Management e Qualità, ASST, Cremona
Daniele Generali, Direttore Multidisciplinare di Patologia Mammaria e Ricerca Traslazionale, ASST, Cremona
Simona Gentile, Responsabile Dipartimento di Riabilitazione, Fondazione Teresa Camplani, Casa di Cura Ancelle della Carità, Cremona
Guglielmo Gianotti, Direttore Chirurgia Generale e f.f. POC, ASST, Cremona
Matteo Giorgi-Pierfranceschi Direttore Medicina Generale POC, ASST, Cremona
Giuseppe La Sala, Medico Medicina Generale, ATS, Cremona
Andrea Machiavelli, Direttore Farmacia, ASST, Cremona
Letizia Maninetti, Medico ospedaliero, ASST, Cremona
Chiara Mantovani, Medico Medicina Generale, Casalmaggiore
Achille Marelli, già Medico ospedaliero ASST Cremona
Cinzia Marenzi, già Primario Radiologia, ASST, Oglio Po
Francesco Mariotti, Medico Medicina Generale, Casalmaggiore
Enrico Marsella, Presidente Ordine Professioni Infermieristiche, Cremona
Maurizio Marvisi, Responsabile Dipartimento Medico e Reparto di Medicina, Casa di Cura Figlie di S. Camillo
Riccardo Merli, Medico Medicina Generale, ATS, Cremona
Alfredo Molteni, Direttore Ematologia, ASST, Cremona
Sergio Morandi, già Medico ospedaliero ASST, Cremona
Enrico Olivani, Medico Medicina Generale, Casalmaggiore
Aldo Pani, Direttore Sanitario, Azienda Speciale Comunale Cremona Solidale, Cremona
Rodolfo Passalacqua,, Direttore Oncologia POC e Direttore DIPO, ASST, Cremona
Alessio Pedrazzini Direttore Ortopedia POP, ASST, Cremona
Luca Pianta, Direttore Otorinolaringoiatria POC, ASST Cremona
Patrizia Politi, già Medico ospedaliero, ASST, Cremona
Lucia Rampino, Medico Medicina Generale, ATS Cremona
Giorgio Ragni, Direttore Medicina Generale POP, ASST, Cremona
Daniele Regonaschi, già Medico ospedaliero, ASST Cremona
Aldo Riccardi, Direttore Dipartimento Materno Infantile e Direttore Ginecologia POC, ASST, Cremona
Alberto Rigolli, Direttore Ginecologia Presidio Ospedaliero Oglio Po, ASST, Oglio Po
Laura Romanini, Direttore Radiologia POC, ASST, Cremona
Giovanni Rignanese, Medico di Medicina Generale, POP, Casalmaggiore
Rosa Sarzi Amadè, Medico di Medicina Generale, Piadena
Graziano Sassarini, Medico Medicina Generale, ATS,Casalmaggiore
Miriam Soldani, Medico Medicina Generale, Casalmaggiore
Franco Spinogatti, Direttore Psichiatria 29, POC, ASST Cremona
Francesco Squeri, Medico Medicina Generale, ATS, Cremona
Sophie Testa, Direttore Medicina di Laboratorio, Radiologia, Centro Emostasi e Trombosi, ASST, Cremona
Sandro Tonoli, Direttore Radioterapia e Medicina Nucleare, ASST, Cremona
Marco Ungari , Direttore Anatomia Patologica, ASST, Cremona
Fabrizio Verweij, Direttore Urologia, ASST, Cremona
Angelo Vezzosi, Medico Medicina Generale, ATS Casalmaggiore
Alessia Zoncada, Medico di Malattie Infettive, ASST, Cremona

© Riproduzione riservata
Commenti