Ultim'ora
2 Commenti

In piazza la protesta di
ristoratori e mondo dello
spettacolo. Le testimonianze

FOTO SESSA

‘Lasciateci lavorare’: questo lo slogan della manifestazione che si è svolta nel pomeriggio di martedì, a partire dalle 15.30, in piazza del Comune, dove musicisti, artisti e titolari di esercizi pubblici si sono radunati per far sentire al Governo la voce delle categorie finora maggiormente colpite dalle disposizioni anti – Covid, in particolare con la chiusura alle 18, tranne che per le preparazioni da asporto.

La manifestazione, corredata dalla musica improvvisata dagli artisti presenti, ha visto la distribuzione di merenda a base di pane, salame e vino ai passanti, ma anche l’esposizione di diverse testimonianze. Racconti di chi ora non può più lavorare a causa dei decreti del Governo. “Non ci sono dati che parlano di contagi verificatisi nei locali pubblici di Cremona” hanno detto al microfono i ristoratori. “Ci siamo adeguati alle misure di sicurezza e siamo disposti anche ad adottare misure ancora più restrittive, purché ci lascino lavorare”.

Pagamento degli affitti, dei fornitori e degli stipendi ai dipendenti sono le problematiche più urgenti segnalate dai manifestanti, che già ieri, presso l’osteria Cerri di piazza Giovanni XXIII, avevano fatto presente le loro preoccupazioni.

Laura Bosio

LA TESTIMONIANZA DI EMILIANO BRUNO

LA TESTIMONIANZA DI ROSARIO ZANONI

LA TESTIMONIANZA DI CARMELO TARTAMELLA

Fotogallery Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti