Ultim'ora
Commenta

Cremona, turismo in difficoltà
In estate la metà degli arrivi del
2019, ora spettro lockdown

(foto di repertorio)

Un’estate del tutto diversa dagli scorsi anni, poi l’autunno finalmente che stava dando segnali incoraggianti e infine il blocco, di nuovo, del settore: il turismo soffre anche a Cremona e gli operatori restano in attesa dell’evolversi della situazione. Il decreto della presidenza del consiglio dei ministri varato il 3 novembre infatti dispone la chiusura dei musei (in aggiunta alla già stabilita chiusura di teatri e sale da concerto), ma sopratutto stabilisce forti limitazioni agli spostamenti e la Lombardia, inserita in zona rossa, risente degli effetti del provvedimento che resterà in vigore fino al 3 dicembre.

L’estate aveva segnato notevoli decrementi dei flussi nella città del Torrazzo: un report sull’andamento del turismo nelle diverse Province della Regione ad esempio, elaborato da Visit Brescia su dati Istat riferiti a luglio-agosto 2020, ha registrato per la Provincia di Cremona una perdita del 54,93% sugli arrivi e del 31,58% sulle presenze, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Sentendo poi alcune strutture alberghiere situate nel centro storico del borgo di Stradivari, si avverte un calo persino maggiore.

Durante l’estate c’è stato soltanto un passaggio fugace di visitatori dall’estero (per lo più spagnoli, tedeschi e francesi), mentre gli accessi erano per lo più da parte di cittadini italiani, provenienti da Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Merito anche della campagna promossa dal Comune di Cremona, in sinergia con le Amministrazioni di Milano, Brescia, Bergamo e Mantova, per promuovere il turismo di prossimità.

Una tendenza confermata anche dalle guide del Crart (Cremona Arte e Turismo), che avevano organizzato numerose iniziative come ad esempio la salita al tramonto e sotto le stelle al Torrazzo e annesso Museo Verticale, quasi tutte sold out ma con partecipanti principalmente cremonesi o di zone limitrofe. Le visite guidate inoltre, si erano svolte in sicurezza, con i presenti ligi nel rispetto delle disposizioni anticontagio.

Il turismo era quindi ripreso progressivamente a settembre-ottobre: Target Turismo, gestore privato dell’Infopoint di Cremona, aveva notato un incremento nei tre giorni dedicati alla festa del torrone, mentre gli alberghi del centro avevano ripreso i consueti numeri per quanto riguarda la clientela business. Il nuovo blocco imposto dal Governo a novembre invece ha di nuovo messo in standby il settore, ma l’Assessore al Turismo del Comune di Cremona, Barbara Manfredini, assicura che la promozione continua attraverso il web: questo mese è stato promosso ad esempio un webinar sulle potenzialità turistiche della città con tour operator inglesi.

Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti