Cronaca
Commenta2

Ciclabile di Cava prolungata fino a via Spinadesco: progetto al via

foto Sessa

La pista ciclabile di Cavatigozzi lungo via Milano sarà prolungata dalla palestra fino a via Spinadesco, arrivando quindi al centro dell’abitato. Continua l’implementazione delle infrastrutture per la mobilità lenta  in città, dopo i quattro tracciati di viale Trento e Trieste, via Mantova, via Brescia e via Bergamo degli ultimi due anni. Interventi che hanno suscitato plausi e polemiche.

Il prolungamento della ciclabile di via Milano rientra nel bando ‘Strade sicure’, approvato già lo scorso anno e comprende anche la nuova ciclabile di  via Giuseppina, entrambe sono in fase di progettazione esecutiva. I lavori inizieranno e si concluderanno entro il 2021. ‘Strade sicure’ è un bando della Regione Lombardia finalizzato alla riduzione degli incidenti stradali e la progettazione presentata dal Comune lo scorso anno prevedeva per questi due interventi un primo lotto di lavori per 432.968 euro di cui 232.968 euro a carico del Comune e 200.000 euro della Regione. In entrambi i casi si tratterà di percorsi molto più semplici delle ciclabili realizzate negli ultimi due anni: saranno individuati infatti tramite segnaletica orizzontale e verticale, così come gli attraversamenti stradali. In via Giuseppina la pista si snoderà lungo i marciapiedi; nel centro di Cavatigozzi sfrutterà la sede stradale e saranno due percorsi monodirezionali. Quando sarà completata. il centro abitato di Cavatigozzi sarà direttamente connesso con la città attraverso mobilità lenta.

“Quello lungo via Milano – afferma l’assessore Simona Pasquali – è un importante prolungamento della ciclabile esistente che prevede anche attraversamenti pedonali, su una strada urbana ad alta incidentalità. Per via Giuseppina stiamo arrivando alla fase finale della progettazione esecutiva. Un terzo intervento che invece è pronto per partire non appena arriverà il finanziamento è la ciclabile di via Boschetto”, i cui costi sono lievitati per la scelta di fare due tracciati monodirezionali in sede propria su entrambi i lati della strada.

L’intervento di via Giuseppina è previsto come pista n.11 del Biciplan e si estenderà da via Buoso da Dovara all’Ospedale Maggiore. Una strada che presenta numerosi attraversamenti della carreggiata di cicli e pedoni e il transito dei ciclisti in promiscuità a quello degli autoveicoli.

L’obiettivo generale del progetto è proprio la riduzione dell’incidentalità nelle aree interessate dagli interventi e la messa in sicurezza dell’utenza debole (pedoni e ciclisti). Gli interventi proposti intendono ridurre i fattori di rischio dipendenti dalla velocità media del traffico veicolare e ridurre il numero di incidenti che coinvolgono pedoni e ciclisti. I lavori progettati sono finalizzati a migliorare la fruibilità e la sicurezza degli attraversamenti pedonali, incrementando inoltre la visibilità dell’utenza debole nei punti critici. Altro obiettivo è di incrementare l’uso della bicicletta con percorsi sicuri, evitando transiti ciclabili promiscui a quelli veicolari e conseguentemente diminuire l’utilizzo delle auto, nonchè garantire la continuità dei percorsi ciclo pedonali esistenti. Con la realizzazione del progetto sarà possibile raggiungere in sicurezza delle frazioni, dei poli scolastici, industriali e dell’ospedale, oltre che migliorare la sicurezza delle manovre in ingresso e uscita in alcune intersezioni critiche. gbiagi

foto Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti