Ultim'ora
5 Commenti

Covid, 233 casi ogni 100mila
abitanti: Cr ora tra le province
lombarde meno colpite

Quasi un’oasi felice, ben lontano da tinte rosse o arancioni, in un nord-Italia dove i numeri sono ancora molto elevati: l’incidenza dei contagi nelle ultime due settimane nelle provincie di Bergamo, Cremona e Brescia disegna infatti una situazione ben più tranquilla di quella del resto della Regione. In particolare nel Cremonese tra il 15 e il 30 novembre i nuovi positivi sono 233 ogni 100mila abitanti. Situazione ancora migliore a Bergamo, dove l dato è di 123 ogni 100mila abitanti, e Brescia con 200. Numeri molto più alti nei territori limitrofi, con picchi tra Varese (670) Como (652) e Sondrio (602).

Questi i dati che emergono nelle elaborazioni quotidiane presentate dal dottor Paolo Spada, chirurgo vascolare dell’Humanitas Reserarch Hospital di Milano, sul suo sito ‘Il Segnalatore‘, nell’ambito del progetto ‘Pillole di ottimismo‘, pagina Facebook di divulgazione molto seguita. Report che conferma come i territori più drammaticamente toccati dalla prima ondata della pandemia stanno reagendo bene a questa seconda ondata.

Numeri analoghi si riscontrano guardando ai dati degli ultimi sette giorni, dove a Cremona il contagio è di 177 casi ogni 100mila abitanti mentre a Bergamo sono 104 e a Brescia 174.

Se si guarda invece la mappa di incidenza dall’inizio della pandemia, ecco che Cremona rimane ancora tra le zone poù colpite, con un totale di 3.571 casi ogni 100mila abitanti, e un totale complessivo di 12.820.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti