Cronaca
Commenta

Maestra vittima di un atto vandalico. La Cava si mobilita per lei. Pronta la raccolta fondi

Un’azione che provoca rabbia e sconcerto e per contro un’altra che fa ancora sperare nella società in cui viviamo. Ieri alla Cava qualcuno ha letteralmente mandato in frantumi i vetri di una vecchia Volvo parcheggiata vicino al campetto da calcio, nei pressi della Cooperativa sociale Agropolis. Non c’era nulla all’interno da rubare, si è trattato esclusivamente di un atto vandalico che ha visto accanirsi gli autori contro la macchina di una maestra. Ora, con i danni subiti, la donna è impossibilitata a recarsi al lavoro, ma soprattutto è impossibilitata economicamente a comprare un’auto nuova. Il danno supera gli 800 euro, denaro che la proprietaria della Volvo non riesce a pagare facilmente. Di quanto accaduto, la maestra si è accorta ieri pomeriggio poco dopo le 16. Gli atti vandalici risalirebbero a circa due ore prima: un uomo ha infatti segnalato di aver visto due ragazzi alti vestiti di nero aggirarsi attorno alla macchina e di aver sentito un forte botto, pensando in un primo momento che si trattasse di un petardo. Nella zona non ci sono telecamere, sarà difficile, dunque, trovare i responsabili. Quanto è accaduto alla maestra, però, ha fatto ben presto il giro del paese, e in tantissimi le hanno dato la propria solidarietà. Lo hanno fatto non solo a parole o scrivendolo sui social, ma anche e soprattutto in modo concreto, decidendo di creare su facebook una raccolta fondi per aiutarla a pagare i danni subiti. In tantissimi hanno già aderito, grazie alla mobilitazione del gruppo della Cava che ha condiviso il post su ‘Non sei Cremonese se…’, dando la possibilità a tutti di offrire il proprio contributo. Un piccolo aiuto per un gesto collettivo e concreto di solidarietà. 

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti