Ultim'ora
Commenta

Rientro a scuola,
approvato all'unanimità
ordine del giorno bipartisan

Una voce sola sul ritorno a scuola degli studenti in tempo di pandemia: l’ordine del giorno bipartisan presentato nel corso del Consiglio Comunale da Pd e Lega, e sottoscritto da tutti gli altri gruppi consiliari, va nella direzione di impegnare l’amministrazione comunale a “mantenere un costante raccordo con il mondo della scuola” e a “promuovere ogni azione volta a favorire la ripresa in sicurezza dell’attività scolastica con attenzione costante all’evolversi dell’epidemia” ma anche a “migliorare gli attuali sistemi di tracciamento dei casi positivi nella scuola con l’introduzione dei tamponi rapidi. Si chiede anche di “attivare percorsi di formazione destinati agli adolescenti sulla prevenzione del contagio da Covid 19 e di supporto psicologico per quei ragazzi che dovessero manifestare disagi e difficoltà nella ripresa dell’attività in presenza” e di “tenere costantemente aggiornato il Consiglio Comunale, attraverso l’Ufficio di Presidenza, sull’esito dei lavori del tavolo coordinato dal Prefetto di Cremona, previsto del DPCM 03/12/2020, volto a definire piano territoriale degli orari per raccordare orari e termini delle lezioni e dei trasporti scolastici”.

Nell’ordine del giorno si chiede, in vista della prossima riapertura delle scuole, di convocare un incontro con i capigruppo, il dirigente dell’Ufficio scolastico e il direttore generale di KM S.p.A., per fare chiarezza sulle modalità del rientro. Si chiede inoltre di “privilegiare nel caso di turnazioni tra didattica in presenza e didattica a distanza le classi prime e quinte e le attività di laboratorio delle scuole secondarie di secondo grado” e di “chiedere investimenti adeguati a Regione e Governo in relazione a potenziamento del trasporto pubblico locale anche valutando eventuali contratti integrativi con aziende private di trasporto”. Infine si propone di valutare, la possibilità di “installazione di macchine per la ventilazione controllata e la purificazione dell’aria nelle aule e negli ambienti scolastici”.

© Riproduzione riservata
Commenti