Ultim'ora
2 Commenti

Festività e restrizioni,
40% in più di controlli
sul territorio

Con il 24 dicembre scattano le nuove restrizioni introdotte dal Governo per arginare gli spostamenti che per le feste rischiavano di diventare massicci. A questo proposito verranno intensificati i controlli sul territorio. Ad annunciarlo è il prefetto, Vito Danilo Gagliardi, che ha ringraziato “l’impegno e la partecipazione di tutto il personale delle forze dell’ordine”, grazie al quale “potremo incrementare del 40% l’attività di controllo sul territorio”.

Non si tratterà più dei controlli soft fatti nelle settimane precedenti: “Saranno controlli molto seri, pianificati in tutta la provincia, in cui le motivazioni degli spostamenti verranno verificate direttamente sul posto, in tempo reale” spiega il prefetto. Si tratterà dunque di controlli più lunghi del solito. “Ci sarà, naturalmente, la disponibilità ad accogliere le motivazioni, purché rientrino in quelle consentite. Questo per garantire delle festività in sicurezza per tutti” conclude il prefetto.

Quali sono le regole? Al di là del fatto che dal 21 dicembre gli spostamenti sono consentiti solo nella propria Regione, nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. Negli altri giorni, 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio, ci si potrà spostare liberamente, fra le 5 e le 22, all’interno del proprio Comune. Si potrà uscire dal Comune una sola volta al giorno per fare visita a parenti o amici, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, sempre nel limite massimo di due persone. Inoltre per chi vive in un Comune con numero di abitanti inferiore a 5mila, ci si potrà spostare entro i 30 km dal confine del proprio Comune, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.

LE FAQ COMPLETE

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti