Ultim'ora
13 Commenti

Vaccini anti-covid, Cremona
e Lombardia indietro:
campagna al via dal 4 gennaio

Il territorio cremonese come sempre arranca, inseguendo gli altri: succede anche per quanto riguarda il vaccino anti-covid, che qui partirà soltanto domani, lunedì 4 gennaio, mentre in altri ospedali, come a Brescia e Lecco, ma anche semplicemente a Crema, la campagna vaccinale ha già preso il via, anticipando i tempi. Le 1.170 dosi consegnate all’Ospedale di Cremona, infatti, sono ancora in attesa delle prime somministrazioni.

Il problema della lentezza, d’altro canto, riguarda anche la Regione Lombardia nel suo complesso: prima per dosi di vaccino consegnate, ma tra le ultime per dosi somministrate. Basti pensare che su 80.595 dosi consegnate, ne sono state somministrate solo 2.416, pari al 3% (2.225 operatori sanitari, 179 personale non sanitario, 12 ospiti in strutture residenziali), come si evidenzia nel database ministeriale.

Alle polemiche ha risposto l’assessore Giulio Gallera, che ha evidenziato come la somministrazione del vaccino, “partirà da lunedì 4 gennaio, secondo la programmazione originaria della Direzione Generale Welfare”. Secondo l’assessore, si prevede “una capacità di somministrazione iniziale fino ad un massimo di 10.000 dosi al giorno, che potrà essere successivamente incrementata fino a 15.000”. Numeri che “saranno in grado di rispondere al fabbisogno di coprire la popolazione sanitaria delle strutture con l’obiettivo di raggiungere il requisito di covid free, rispettando la scadenza fissata per tutte le regioni, entro la fine del mese di febbraio, con la dose di richiamo da effettuare dopo 21 giorni”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti