Ultim'ora
Un commento

Dordoni, si discute sulla
destinazione d'uso. Simi:
'Spazio culturale e musicale'

Non si spegne l’eco delle polemiche sulla chiusura del centro sociale Dordoni, annunciata dal collettivo stesso sulla propria pagina Facebook un paio di giorni fa. E, archiviato quanto accaduto in passato, il punto su cui ci si focalizza è la destinazione d’uso dello stabile, che rischia di andare ad allungare l’elenco dei contenitori urbani abbandonati a se stessi.

“Innanzitutto occorre capire quando il Comune tornerà ad avere disponibilità dei locali” commenta il vice sindaco, Andrea Virgilio. “Nei prossimi giorni avremo un incontro con i coordinatori del collettivo e cerchiamo di capire le loro intenzioni, poi faremo le valutazioni del caso”.

I centro sociale “aveva un contratto che sarebbe arrivato a scadenza proprio in questo periodo e avevamo già contezza di incontrarli per capire le intenzioni reciproche” continua Virgilio, che sottolinea l’intenzione dell’amministrazione di “aprire un confronto con la città rispetto alla destinazione d’uso dell’immobile”. 

Su questo arriva già una prima proposta: è Forza Italia a lanciare l’idea, con un ordine del giorno presentato dal consigliere comunale Saverio Simi. “La città di Cremona, a dispetto della sua vocazione naturale, è priva di luoghi destinati ad ospitare attività musicali e culturali realmente accessibili ai più” spiega Simi, che evidenzia come Forza Italia ha “un’idea chiara sulla sua destinazione”, La proposta è che “questi spazi vengano destinati ad ospitare attività culturali, musicali, creative ed espositive, promosse da associazioni culturali  e musicali locali. Riteniamo così di poter incrementare l’offerta di iniziative rivolte ai giovani  della nostra città. Auspico che questa proposta possa trovare consenso anche negli altri gruppi presenti in consiglio” conclude Simi.

L’ORDINE DEL GIORNO

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti