Ultim'ora
10 Commenti

Rientro a scuola, Costa
(Arriva): 'L'unica strada è il
cadenzamento degli ingressi'

Riapertura delle scuole? L’unica strada è il cadenzamento degli ingressi. Ne è convinto Angelo Costa, amministratore delegato di Arriva Italia (azienda che si occupa del trasporto in provincia di Cremona), che interviene sul dibattito relativo al rientro in sicurezza. “Come espresso già altre volte, il dato dei trasporti è un dato fisso, in termini di capacità: il sistema si è attivato per poter incrementare i posti, ma la variazione è marginale, soprattutto considerando che i numeri sono quelli che sono, e non è pensabile acquistare nuovi mezzi, considerando che se ordiniamo oggi un autobus nuovo, arriverà tra un anno” sottolinea.

Difficile pensare anche a prendere accordi con i privati: “Si tratterebbe di una questione complessa, in primis per la tipologia dei mezzi di questi gruppi, che possiedono per lo più pullman adatti a gite ed escursioni, con una serie di problemi tecnici in termini di accessibilità, oltre al fatto che necessitano di una formale autorizzazione”. Insomma, nella questione del rientro in sicurezza le possibilità di incidere sui trasporti sono limitate: “se stiamo parlando di incrementar un 10%, il sistema è in grado di assorbire una variazione, se si parla di tornare ai volumi pregressi con capacità al 50%, che vorrebbe dir raddoppiare la capacità di sistema, non è fattibile per nessuno: né per noi ne per il trasporto ferroviario”.

Dunque, “la soluzione del cadenzamento degli ingressi è la via più applicabile e gestibile, con un’ora e mezza di sfalsamento tra il primo e il secondo gruppo di ingressi” continua Costa. “Del resto quello del trasporto è un vincolo oggettivo, mentre quello legato all’organizzazione della scuola è più un problema organizzativo sindacale. Certo, la questione non può essere demandata al singolo preside, che non può da solo prendere decisioni che risulterebbero impopolari. Ci vuole che il Governo prenda una linea ben precisa”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti