Ultim'ora
3 Commenti

43enne arrestato
per rapina e
lesioni aggravate

Nel pomeriggio di ieri, sabato 9 gennaio, personale del N.O.R. – Sezione Radiomobile della Compagnia di Cremona, a seguito di tempestiva attività di indagine e di ricerca, ha rintracciato lungo Via Dante in città a Cremona, e tratto in arresto in flagranza di reato, per rapina e lesioni aggravate, un 43enne cittadino egiziano. Lo stesso, pochi minuti prima, nel piazzale della stazione ferroviaria di Cremona, aveva aggredito un commerciante 37enne, suo connazionale, colpendolo al capo con una bottiglia e picchiandolo con calci e pugni e, dopo averlo spintonato a terra, gli sottraeva l’iPhone, per poi darsi alla fuga.

Il 43enne, dopo una descrizione fornita dalla vittima, è stato quindi fermato mentre cercava di sottrarsi alle ricerche e, durante perquisizione personale, trovato in possesso del cellulare sottratto al connazionale. Successivi accertamenti hanno permesso di appurare che alla base dell’aggressione vi era un dissidio dovuto ad uno sfratto, per questioni amministrative, relativa ad un’abitazione di cui la vittima era affittuario che, a sua volta, aveva subaffittato all’aggressore.

Alla vittima, è stata riscontrata una frattura all’ulna destra, giudicata guaribile in 30 giorni salvo complicazioni, dal personale sanitario dell’Ospedale Maggiore di Cremona, mentre l’aggressore è stato dichiarato in stato d’arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Cremona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© Riproduzione riservata
Commenti