Ultim'ora
3 Commenti

Covid, mini-focolaio
all'Agenzia delle Entrate
Quattro impiegati contagiati

Quattro impiegati del front office dell’Agenzia delle Entrate di Cremona sono assenti per Covid. Nessuno di loro sarebbe stato colpito in forma grave: sintomi influenzali e febbre i problemi riferiti e nessun ricovero ospedaliero, almeno per ora.

I tamponi sono stati eseguiti in prima battuta sui colleghi che erano stati a più diretto contatto con la prima persona risultata infetta. Altri 4 hanno effettuato il tampone in via precauzionale.

Sembra improbabile che il contagio possa essere avvenuto attraverso il contatto con il pubblico: gli ingressi sono contingentati  e fin dall’inizio dell’emergenza erano stati installati i pannelli per isolare le varie postazioni.

Dopo la scoperta del contagio, l’ufficio è stato chiuso un paio di giorni la scorsa settimana per la sanificazione; inoltre fino al 31 dicembre era presente all’ingresso una guardia della vigilanza privata per filtrare gli accessi e misurare la temperatura corporea, ma con il nuovo anno il servizio è stato disattivato.

L’ufficio di via Ponchielli continua ad essere operativo, come lo è sempre stato in questi mesi, con ingressi contingentati, massimo due persone per volta: la forte spinta verso la digitalizzazione delle procedure aveva di fatto già scremato gran parte dell’utenza, in particolare le categorie professionali che più utilizzano i servizi dell’Agenzia, come i commercialisti.

Ciononostante esiste un problema di carenza di personale: alle assenze per malattia, che potrebbero aumentare considerata la stagione invernale e la recrudescenza del virus, si aggiungerà una fuoriuscita di impiegati a causa di diversi pensionamenti entro la prima metà dell’anno.

Giuliana Biagi

 

© Riproduzione riservata
Commenti