Cronaca
Commenta

Piscina: attesa esito richiesta concordato preventivo di SM Bocciodromo: le novità

foto di repertorio

L’assessorato allo Sport sta pensando all’istituzione di un Fondo, alimentato con il coinvolgimento di tutta la cittadinanza, per agevolare l’attività sportiva tra i minorenni in condizioni di fragilità economica. L’idea è ancora nella fase embrionale ed è stata annunciata dall’assessore allo Sport Luca Zanacchi in una recente commissione  Politiche Sociali. L’iniziativa prevede un raccordo con i servizi sociali e parte dalla constatazione che la crisi economica innescata dal Covid rischia di emarginare dalla pratica sportiva le fasce più deboli.

Un’altra novità annunciata da Zanacchi riguarda l’introduzione di una app per favorire la conoscenza del vasto mondo delle società sportive cremonesi (168 quelle registrate). L’app, ancora in fase di costruzione, sarà indirizzata soprattutto ai giovani, ma non solo, per divulgare le varie attività sportive in città. Un lavoro in itinere che verrà presentato probabilmente la prossima estate.
“Si tratta di una mappa – ha detto Zanacchi – che consente di conoscere le società sportive presenti, vedere quali attività propongono e come raggiungerle attraverso Google maps. Inoltre, utilizzando l’hashtag #sportacremona si potranno visualizzare in un’unica ‘stanza’ tutti i contenuti, immagini e video, delle singole società”.
Zanacchi ha poi lanciato l’idea di organizzare, sulle strutture libere cittadine (percorsi vita, ciclistici, campetti…) dei momenti destrutturati di sport quali campionati ‘informali’, per valorizzare le tante aree outdoor che il Comune ha a disposizione.

GLI IMPIANTI – Passando in rassegna gli interventi sugli impianti, Zanacchi ha confermato alcune iniziative già avviate e altre da iniziare. In vista c’è l’adeguamento dell’impianto di illuminazione su due campi da calcio, scelti tra quelli attualmente più energivori; la riqualificazione  della pista di atletica al campo scuola e la copertura del campo di calcio Lancetti, opere per le quali si stanno attendendo fondi dal bando periferie.
Sul fronte del risparmio energetico, nel 2020 si sono fatti interventi sulla palestra Spettacolo e su quella del Cambonino, mentre per gli annosi problemi della copertura dell’impianto al Boschetto, si prevede un investimento di 150mila euro in questo 2021. Altra palestra su cui si dovrà operare è quella della Villetta: anche qui ci sono infiltrazioni.

QUESTIONE PISCINA E BOCCIODROMO – Infine Zanacchi ha dato un aggiornamento sui rapporti Comune – Sport Management: da ottobre ad oggi non risulta alcun contagio in piscina e nessun atleta da fuori città è arrivato ad allenarsi nella struttura. “Dopo la nostra riapertura Cremona era l’unico impianto in Lombardia, esclusi quelli gestiti dalla federazione, che è potuta ripartire. Successivamente Bergamo ha seguito lo stesso nostro iter. Abbiamo erogato il contributo agosto – settembre  – ottobre – per consentire che la piscina riaprisse”

Nei giorni scorsi  è arrivata in Comune la richiesta di modifica del piano economico – finanziario da parte del gestore, “una lettera che a nostro parere è un pro forma mandato a tutte le amministrazioni con le quali è convenzionata la società: infatti in sostanza viene fatto presente di voler riaprire il più presto possibile l’impianto in città, cosa che a Cremona è già avvenuta. Organizzeremo comunque un incontro via web con  la società per capire meglio i termini della questione, in virtù del fatto che l’impianto sta funzionando”.

Per quanto riguarda i lavori che SM si era impegnata a fare sull’impianto natatorio, tutto è bloccato in attesa dell’esito della richiesta di concordato preventivo presentata da SM al tribunale di Verona. Entro fine febbraio la società dovrà presentare un piano, quindi fino a che il tribunale non si sarà pronunciato, il gestore è tenuto ad eseguire solo la gestione ordinaria dell’impianto.

Per quanto riguarda il bocciodromo, si è ripreso un percorso che dovrebbe portare il Consorzio Bocce Lombardia (emanazione della Federazione) ad eseguire una manutenzione straordinaria sull’intero complesso. La convenzione è prorogata fino al 31 maggio 2021 e “stiamo lavorando coi responsabili della federazione e consorzio bocce per rinnovare la  convenzione che loro chiedono venga trasformata in comodato d’uso per consentire gli investimenti. Cremona in quest’ottica intende diventare Centro federale per l’addestramento dei giovani e Centro di Boccia Paralimpica, disciplina che ha regole del tutto differenti dalle bocce”.

Giuliana Biagi

© Riproduzione riservata
Commenti