Ultim'ora
Commenta

Affitti, Cremona la provincia
con il migliore aumento
delle performance

Gli affitti in Lombardia hanno fatto registrare il maggior recupero a livello regionale, 9,7% negli ultimi 12 mesi, attestandosi a 14,8 euro al metro quadro mensili.

Prezzi in crescita in 10 delle 12 province lombarde, con Cremona (10,2%) che ottiene la migliore performance rispetto all’anno precedente, davanti a Mantova (9,4%) e Como (9%). In controtendenza, perdono punti le sole province di Milano (-1,3%) e Sondrio (-6,3%).

In termini di prezzo Milano si conferma la provincia in cui affittare casa costa di più (17,5 euro/m2), seguita da Como (10,5 euro/m2) e Monza-Brianza (10,1 euro/m2). All’opposto le provincie più economiche sono Lodi (7,6 euro/m2), Cremona (6,9 euro/m2) e Mantova (6,7 euro/m2).

Nei capoluoghi di provincia Mantova guida la crescita tendenziale del 13,5%, seguita da Brescia (8%), Monza (4,6%), Cremona (4,5%), Como (3,7%), Pavia (1,6%) Varese (0,4%) e Bergamo (0,3%). L’anno si conclude invece in terreno negativo per Lecco (-1,6%), Lodi (1,7%) e soprattutto Milano (-6,4%).

Nonostante la performance negativa del 2020, Milano resta il capoluogo dove affittare casa costa di più con 18,3 euro mensili, distanziandosi da Como (12 euro/m2), Monza (10,8 euro/m2) e Bergamo (10 euro/m2). I canoni più economici riguardano invece Lecco (8,3 euro/m2), Mantova (7,3 euro/m2) e Cremona (6,5 euro/m2).

Guido Lombardi

© Riproduzione riservata
Commenti