Ultim'ora
6 Commenti

'Riaprite le scuole': lunedì
studenti in Dad davanti all'Aselli
Oggi nuovo presidio di Pas

Genitori, studenti e insegnanti del movimento PAS (Priorità alla scuola) si ritrovano oggi pomeriggio alle 16,30 in Galleria 25 aprile. Lunedì invece la manifestazione del collettivo Il Megafono in via Palestro.
La manifestazione di due settimane fa in piazza del Comune per il ripristino delle lezioni in presenza

Non si rassegnano gli studenti e le studentesse cremonesi, che lunedì prossimo, 25 gennaio, sull’esempio di quanto avvenuto in altre città italiane, seguiranno le lezioni all’aperto, in via Palestro, davanti al liceo scientifico Aselli. L’iniziativa è indetta dal collettivo Il Megafono e chiama a raccolta tutti gli studenti che con la zona rossa sono stati nuovamente costretti in Dad.

“Nella mattinata del 25 gennaio – scrivono annunciando l’iniziativa – saremo davanti alle porte del liceo Aselli per ribadire che vogliamo e dobbiamo tornare a scuola in presenza, tanto che siamo già pronti e pronte all’ingresso. Sono 10 mesi che la scuola è chiusa. Siamo stati trascurat* ancora una volta e questo rende chiaro che in Italia la scuola non è una priorità.
Per l’intera mattinata seguiremo la dad davanti all’ingresso e torneremo a vederci in presenza con studenti e studentesse come noi, socializzando e staccando gli occhi dagli schermi pur nel rispetto delle norme di distanziamento e autotutela”. .Un presidio simbolico e concreto allo stesso tempo, in quanto i ragazzi porteranno con sé il materiale di studio. Il tutto sarà svolto in sicurezza (la manifestazione è stata autorizzata) e con il dovuto distanziamento.

Intanto oggi pomeriggio torna in piazza il movimento Priorità alla scuola, formato da insegnanti e genitori: dopo piazza del Comune e piazza 24 Maggio, nelle scorse settimane, il ritrovo oggi è fissato in Galleria 25 Aprile a partire dalle 16.30. “Migliaia di studenti in tutta Italia si stanno mobilitando per chiedere con forza, educazione e responsabilità che venga ridato loro un diritto: frequentare la scuola – affermano le organizzatrici -.  Questi studenti sono ben consapevoli della situazione, ma non sono più in grado di accettare che la scuola venga relegata nell’angolo dei discorsi, ‘tanto c’è la didattica a distanza’, ‘tanto cosa vuoi che sia perdere un’ann0’. Priorità alla scuola Cremona sostiene e sta a fianco di questi studenti, della loro motivazione che è forte è importante perché è in gioco il loro futuro, sono in gioco i loro sogni e le loro speranze. E non solo le loro, ma anche le nostre.  Le nostra richiesta di riaprire la scuola in presenza continua forte e chiara. Soprattutto vogliamo sperare che si continui il lavoro per la ricerca di soluzioni possibili e strade percorribili.” gb

© Riproduzione riservata
Commenti