Ambiente
Commenta

Tamoil: il 2 febbraio faccia a faccia tra società petrolifera, enti e Canottieri Bissolati

Akcune delle apparecchiature collocate da Tamoil ai margini della canottieri Bissolati dal 2012 per 'catturare' il surnatante

E’ convocato per domani 2 febbraio l’osservatorio Tamoil, proprio a ridosso della sentenza con cui il Tribunale di Cremona ha dichiarato fattibile l’accertamento tecnico preventivo (a cui si era opposta la società petrolifera) per stabilire se vi sia ancora presenza di materiale inquinante sotto i terreni della canottieri Bissolati, come richiesto dai legali della società.

L’Osservatorio si farà online a partire dalle 17.

“Dopo i ripetuti inviti e appelli pubblici inviati nei mesi scorsi all’Amministrazione comunale dagli esponenti del Partito Radicale, è stato finalmente convocato il ricostituito Osservatorio Tamoil. Lo stesso non si riuniva da oltre 2 anni e 7 mesi, precisamente dal 4 luglio 2018″, precisano i Radicali cremonesi.

“Si tratta di una convocazione importante in quanto l’osservatorio è l’unico strumento a disposizione per una seria e concreta interlocuzione con la dirigenza Tamoil, oltre che occasione per una informazione pubblica e trasparente sui dati ambientali, che si colloca all’indomani della richiesta di Accertamento Tecnico Preventivo presentata dalla canottieri Bissolati volta ‘a verificare lo stato dei luoghi descritti nel ricorso con particolare riferimento all’accertamento della persistente contaminazione delle matrici ambientali dell’area canottieri; all’accertamento delle attività poste in essere da Tamoil in esecuzione del progetto approvato in sede amministrativa e all’efficacia di detta attività; all’accertamento dei limiti di tale progetto operativo degli interventi necessari per il ripristino ambientale nel terreno insaturo e nelle acque di falda’. Richiesta accolta dal giudice Andrea Milesi.

La riunione dell’Osservatorio si terrà in modalità online martedì 2 febbraio alle ore 17, nelle more della conclusione dell’iter di costituzione e perfezionamento dello stesso. Parteciperanno, per la prima volta, due esponenti del Partito Radicale: Gino Ruggeri, cittadino medaglia d’oro città di Cremona, in qualità di membro effettivo, e in sua vece Sergio Ravelli, in qualità di membro supplente.

I Radicali cremonesi ringraziano l’assessore alla Mobilità sostenibile e Ambiente Simona Pasquali per la sensibilità e la disponibilità dimostrate”.

© Riproduzione riservata
Commenti