Cronaca
Commenta

Sospetto Covid, una classe del liceo Manin torna in Dad a scopo cautelare

Il padiglione 8 dellospedale dove vengono effettuati i tamponi

Una classe del liceo Manin, la 4C dell’indirizzo classico, è da oggi a lezione a distanza per un caso di sospetto Covid. Le lezioni, che oggi avrebbero dovuto svolgersi in presenza, sono state dirottate in Dad a scopo cautelativo in attesa di indicazioni dall’Ats. Il Manin ha adottato, per questa fase di lezioni in presenza al 50%, l’alternanza della classi in sede un giorno si e uno no, a differenza di altre scuole che effettuano alternanze settimanali.

Un caso non isolato quello del Manin, che comunque non è indicativo del fatto che sia la scuola il luogo del contagio, anzi. Dal 1 settembre al 31 gennaio, secondo i dati ufficiali dell’Ats Valpadana, ci sono state 518 classi isolate, per un totale di 4.528 studenti, e 782 casi di positività tra i ragazzi (37 tra il personale scolastico). Soltanto l’1,55% degli studenti è risultato positivo al Covid-19: 752, su una popolazione studentesca di 50.424 bambini e ragazzi.

Peraltro, hanno sottolineato gli operatori del Gruppo Scuola di Ats Valpadana, coordinati dalla dottoressa Laura Rubagotti, che monitorano costantemente la situazione insieme all’Osservatorio Epidemiologico di Ats, diretto dal dottor Marco Villa, “nonostante il ricorso alla didattica a distanza rivolto ai ragazzi più grandi, questi ultimi hanno un’incidenza maggiore lasciando presumere che intervengano fattori di rischio esterni alla scuola”.

La fascia di età più colpita risulta essere quella delle superiori, dove gli studenti positivi sono stati 293, con 185 classi coinvolte e 835 isolati. Alle medie si parla di 117 classi e 1.036 studenti in isolamento, con 161 positivi.

 

© Riproduzione riservata
Commenti