Cronaca
Commenta1

Vaccini, 251mila registrazioni tra gli ultra80enni lombardi Sedi vaccinali, ancora dubbi

Si terrà domani la riunione probabilmente decisiva tra enti locali, Comune, istituzioni sanitarie e Regione per l’organizzazione delle vaccinazioni antiCovid per gli over 80 che dovrebbero iniziare giovedì 18 febbraio negli ospedali di Cremona, Crema e Casalmaggiore (altri 4 centri vaccinali saranno allestiti in provincia di Mantova).

La riunione di oggi del coordinamento territoriale che coinvolge vertici sanitari ed enti locali non ha sciolto i dubbi sui trasporti dai piccoli comuni nei tre ospedali e resta al momento senza risposte definitive la questione degli anziani allettati e non deambulanti, ai quali dovrebbero provvedere le farmacie e i medici di base.

E’ stato fatto il punto sulla situazione contagi: la curva in provincia di Cremona è piatta, ma non sta più discendendo e anche la pressione negli ospedali si sta mantenendo stabile. Sul fronte vaccinazioni, si sta concludendo la fase 1 bis coi richiami.

In Lombardia in  24 ore si sono registrate 250.845 adesioni di over 80 attraverso le varie forme: 218 mila le registrazioni avvenute attraverso il sito realizzato da Regione Lombardia;  29.835 attraverso le farmacie; 2.513 quelle attraverso i medici di base.
Queste ultime due modalità, come comunicherà ufficialmente Ats, così come emerso ancora dalla riunione di questa mattina tra i sindaci di Cremona, Mantova, Crema Casalmaggiore e dei comuni capo distretto, sono quelle che devono utilizzare gli ultra ottantenni allettati e impossibilitati a muoversi.

Le chiamate al numero verde in sole 12 ore sono state invece 6.536.

 

© Riproduzione riservata
Commenti