Cronaca
Commenta

Via l'amianto da palestra Comune aderisce a bando regionale per 207mila euro

Lavori negli spogliatoi della palestra del Boschetto (foto d'archivio)

La giunta Galimberti ha approvato una serie di progetti definitivi per la rimozione dell’amianto da diversi edifici pubblici e tra questi c’è anche la copertura della palestra del Boschetto, edificio più volte messo in crisi dalle infiltrazioni d’acqua piovana dal tetto, problema mai risolto proprio a causa degli alti costi di bonifica.

Adesso l’occasione viene dai fondi messi a disposizione da regione Lombardia attraverso un bando destinato alla bonifica delle coperture di edifici pubblici, al quale il Comune parteciperà anche per altri edifici, seppure di piccole dimensioni: un locale di servizio presso la piscina comunale, il locale tumulazioni del cimitero di san Savino, un edificio che fa parte della scuola primaria Manzoni; un locale accessorio nel contesto degli impianti natatori al Po; alcune parti del cortile di casa Sperlari  sede di diverse associazioni in via Palestro; una copertura presso il canile; una porzione di tetto in via Caprera 80; e sui tetti della ex casa del custode inserita nel centro sportivo del Maristella.

L’intervento più oneroso è proprio quello sulla palestra del Boschetto, da anni sollecitato dal comitato di quartiere e dalle società sportive che la utilizzano. 207mila euro il costo dell’intervento che consisterà nella rimozione degli strati di copertura in fibrocemento amianto sui 746 metri quadrati di superficie. Verranno inoltre rimossi l’isolamento sottostante e i listelli in legno: il tutto sarà completamente sostituito e verrà anche installata una linea vita.

Durante le vacanze di Natale, un gruppo di volontari  dell’Esperia Volley, dell’Arcieri Seri-art, genitori della scuola primaria e del Comitato di quartiere, insieme all’assessore allo Sport Luca Zanacchi, hanno provveduto alla riqualificazione degli spogliatoi e locale dell’arbitro anch’essi interessati a infiltrazioni. Il Comune di Cremona ha fornito i materiali e i volontari, suddivisi in gruppi di otto, si sono alternati nei lavori di tinteggiatura.

Ammonta invece a 44mila euro l’intervento per il fabbricato del centro sportivo Maristella, un edificio costruito negli anni Ottanta; mentre sono nell’ordine dei 10 – 15 mila euro ciascuno gli altri lavori.

Giuliana Biagi

© Riproduzione riservata
Commenti