Cronaca
Commenta4

Nolli: 'Incarichi professionali alla stessa persona da oltre un anno in Comune. Tutto lecito?'

Ammontano a quasi 60mila euro i compensi attribuiti ad un consulente del settore Servizi Sociali del Comune, incaricato una decina di volte per svolgere incarichi  professionali nell’arco di tempo dal 27 gennaio dello scorso anno, fino ad oggi. Un’anomalia che potrebbe contravvenire al principio della rotazione dei collaboratori esterni, segnalata dal consigliere M5S Luca Nolli, in una interrogazione a risposta scritta protocollata oggi.

“Una determina dirigenziale per questi incarichi viene ormai approvata con cadenza quasi mensile”, afferma Nolli. “Per questo chiedo se il Comune “non intende indire un bando di concorso per stabilizzare una figura professionale con queste caratteristiche professionali; se, visto il compenso economico, non ritiene utile creare una nuova posizione organizzativa; se fino ad oggi è stato rispettato il principio di rotazione per gli incarichi professionali”.

Il primo incarico citato da Nolli riguardava “i progetti Restart 2.0 e Outsiders VI”, con attività di coordinamento operativo finalizzato al collegamento tra vari progetti destinati all’area penale; l’ultimo, datato 4 febbraio 2021, riguarda invece attività “destinate al tema della grande povertà, dell’impoverimento e dei soggetti senza fissa dimora …”

“Si tratta di progetti – è la replica dell’assessore Rosita Viola e della dirigente di settore Eugenia Grossi – che riguardano una società in continua evoluzione che ha bisogno di figure specializzate, e che necessitano di continuità e quindi di figure di riferimento”.

Il settore delle politiche sociali, alla luce delle possibilità di assunzione del  Comune, potrebbe indire un bando ad hoc. Attualmente la dirigente sta rinnovando le selezioni, che quest’anno saranno circa una ventina coerentemente con gli incarichi approvati dal consiglio comunale.

© Riproduzione riservata
Commenti