Cronaca
Commenta2

'Di nuovo?! No grazie, riaprire subito!' Sulla scuola Collettivo studentesco realizza un video

Foto di repertorio

“Di nuovo?! No grazie, riaprire subito!”

Lo chiede il Collettivo studentesco cremonese il Megafono che in un video prende posizione sulla zona arancione rafforzata e la chiusura delle scuole.

“Non ce ne faremo nulla di scuse accampate a posteriori o ammissioni di errore sulla dichiarazione di questa zona arancione rafforzata. ‘È per prevenire la diffusione delle varianti’, quando abbiamo capito da tempo che le scuole sono luoghi sicuri e quando, ormai ce lo siamo detti troppe volte, il discorso è sempre politico e come tale deve essere giudicato”.

Secondo il Collettivo, “non esiste una amministrazione scientifica che prende decisioni corrette o errate solo sulla base di dati. Esistono solo scelte. Politiche.

E allora cosa dovremmo pensare di una giunta regionale che impone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado con 36 ore di anticipo? Quale può essere la sua considerazione per il valore dell’istruzione degli studenti e delle studentesse? Quale può essere l’attenzione verso le famiglie che dall’oggi al domani si ritrovano con i figli (anche i più piccoli, in età di asilo) a casa?”

“No – concludono -, l’emergenza non giustifica questa mancanza di riguardo, non giustifica tali scelte politiche di sacrificare, per l’ennesima volta, dopo che le lotte di questo autunno e questo inverno sembravano aver incassato una vittoria. Pagano sempre i più deboli, la scuola è un diritto. Vergogna”.

© Riproduzione riservata
Commenti