Cronaca
Commenta5

Lo 'Sbaracco' si adegua alle nuove disposizioni anti-Covid, ma si farà

Un'immagine dell'edizione di settembre 2020

Anche lo ‘Sbaracco’, pur confermato per sabato e domenica prossime, si adegua alle nuove restrizioni sanitarie. Botteghe e Confcommercio Cremona hanno “ripensato all’insegna della responsabilità e della sicurezza” la manifestazione dedicata alla chiusura dei saldi con una “formula aggiornata” che rinuncia all’esposizione all’esterno delle vetrine e si concentra all’interno dei negozi.

Indicazioni operative che sono emerse da un vertice, questa mattina, giovedì 4 marzo, in Prefettura alla presenza del sindaco Gianluca Galimberti e dell’assessore Barbara Manfredini, dal comandante della Polizia Locale Pierluigi Sforza, per il Comune e dei dirigenti delle Botteghe, con il presidente Eugenio Marchesi e la sua vice Francesca Galli.

“Con le Istituzioni – spiega Marchesi – abbiamo avuto, in questi giorni, parecchie occasioni di confronto. Li ringraziamo per aver compreso il nostro desiderio di dare vita ad un appuntamento tradizionale, atteso tanto dalle imprese e dai clienti. Ma, soprattutto, abbiamo voluto – tutti insieme – che lo Sbaracco fosse l’occasione per vivere in serenità la città, proprio come è avvenuto nelle ultime domeniche con un buon numero di presenze nel centro”.

Il presidente delle Botteghe ha quindi aggiunto: “I negozi, ormai da tempo, hanno adottato protocolli rigidissimi per scongiurare il rischio dei contagi. Un livello di attenzione che sarebbe stato difficile assicurare anche alle esposizioni all’esterno. Pensiamo, semplicemente, alla curiosità di chi si sofferma sulle bancarelle all’esterno, con il rischio di creare piccoli assembramenti comunque pericolosi”.

“Il nostro invito – conferma  Galli – è proprio quello di entrare nei negozi e cercare le migliori occasioni di queste due giornate. Occorre, forse più che in passato, un poco di curiosità in più e lo stimolo, comunque, ad approfittare di occasioni mai così vantaggiose. Una passeggiata nelle centro storico anche per potersi dedicare allo shopping”.

Ad offrire “occasioni uniche” e a restare aperti anche nella giornata di domenica saranno una cinquantina di imprese sparse tra i corsi Campi, Garibaldi e Mazzini, la galleria XXV Aprile, Largo Boccaccino, le piazza Roma e Stradivari, via Aselli, via Bordigallo e Mercatello, via Robolotti, via San Tommaso e via Solferino.

Dalle Botteghe poi sottolineano: “Ringraziamo la sensibilità del sig. Prefetto, aggiungono Sindaco e Assessore, che si è reso subito disponibile per conciliare esigenze commerciali e sicurezza legata alla pandemia e agli assembramenti. Il tavolo di stamane,grazie anche alla disponibilità dei rappresentanti del commercio, organizzatori di Sbaracco e del comandante Sforza ha trovato una soluzione di fruibilità degli acquisti più consona alla nuove norme, in particolare all’odierna ordinanza regionale”.

“Ricordiamo – concludono – l’utilizzo dei presidi sanitari da parte degli esercenti e del pubblico per tutelare tutti :imprese e cittadini. Saranno assicurati controlli in tutta la città anche presso il mercato cittadino del sabato mattina”.

© Riproduzione riservata
Commenti