Cronaca
Commenta

Incendio nella villetta, il residente: 'Cortocircuito in garage, mio figlio ustionato'

“L’incendio è stato originato da un cortocircuito sul compressore presente in garage”. A spiegare come sono andate le cose, il 5 marzo scorso in una villetta di via Solferino 13 a Pizzighettone, è lo stesso residente. “L’incendio non è partito da una moto appena messa nel garage, e non ha interessato l’abitazione”. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, ma il rogo, secondo quanto dichiarato dal residente, era già stato spento da un quarto d’ora. “I vigili del fuoco sono rimasti bloccati al passaggio a livello di Roggione”, ha raccontato l’uomo. “L’incendio l’ho spento io insieme al fidanzato di mia figlia, abbiamo rischiato la vita. La moto non è mai stata messa in funzione e tanto meno bruciata, visto che si trovava da un’altra parte. Tra l’altro mio figlio, nel tentativo di togliere il compressore dal garage, si è procurato ustioni di secondo grado sulle mani ed è stato portato all’ospedale di Lodi in codice giallo”.

© Riproduzione riservata
Commenti