Cronaca
Commenta1

Disabili categoria prioritaria per vaccinazioni: ma quando partiranno in Lombardia?

foto di repertorio

videoservizio da Crema di Sabrina Grilli

A livello nazionale è stata data priorità nella campagna vaccinale ai portatori di disabilità. Ma in Regione Lombardia? “Altre Regioni – come Lazio, Emilia-Romagna e Abruzzo – si sono già attivate dando priorità a disabili e caregiver – afferma il consigliere regionale delPd Matteo Piloni -. In Lombardia è stata avviata la fase 1bis del piano che prevede la vaccinazione delle persone con disabilità ospitate nelle Unità di offerta residenziali e semiresidenziali, ma ad oggi non sappiamo come stia procedendo la somministrazione delle dosi perché c’è sempre poca chiarezza nella divulgazione dei dati”.
“Alle persone portatrici di disabilità grave o gravissima seguite a domicilio, invece, è stato assicurato il vaccino, ma non è ancora stata stabilita una data di inizio – sottolinea Piloni -. Considerata la continua caotica rimodulazione del piano vaccini è difficile immaginare quando questo accadrà realmente, ma non si può attendere oltre”.
“É per questo che abbiamo deciso di intervenire chiedendo formalmente di sapere quando queste persone potranno iniziare a essere vaccinate – fa sapere Piloni -. Poiché sono beneficiari delle misure B1 e B2, quindi già in carico al sistema sanitario regionale, chiediamo inoltre che per loro sia prevista una chiamata diretta da parte delle Ats e non sia necessario prenotarsi sui portali”.
“Infine, dato che alcune persone portatrici di disabilità grave o gravissima non possono essere vaccinate, o perché hanno meno di 16 anni o perché hanno fragilità tali da non poter ricevere alcuna dose, chiediamo che siano vaccinati i loro caregiver e i familiari che nell’assisterli non possono tenere le distanze di sicurezza” conclude il consigliere dem.

© Riproduzione riservata
Commenti