Ambiente
Commenta9

Pioppo abbattuto, allarme degli ambientalisti. Timori per altre pratiche inevase in Comune

Prima lo sdegno sui social e l’appello di tanti residenti di San Felice affinché si facesse chiarezza sull’abbattimento della pianta centenaria tagliata su un terreno di proprietà privata lungo via Mantova di Fronte alla Corte dei Monaci. Poi, il tam tam sui social cittadini, su cui è rimbalzata e cresciuta l’indignazione.

E sempre ieri, nel tardo pomeriggio, la risposta dell’amministrazione comunale che spiegava che il tutto era dipeso da un disguido organizzativo nell’Ufficio competente, in base al quale il proprietario del terreno aveva potuto  procedere con gli abbattimenti (oltre al pioppo altre due piante) in quanto non aveva ricevuto risposta entro i termini di legge dal Comune. La domanda era stata fatta a quanto pare a dicembre e l’abbattimento è stato regolare.

Ma questo caso eclatante non è l’unico a preoccupare le associazioni ambientaliste cremonesi, in primis Wwf e Legambiente, “profondamente delusi e amareggiati” da questa vicenda.

In una nota, viene ribadita “la nostra contrarietà ad abbattimenti di alberi senza avere la possibilità di valutare possibili altre soluzioni alternative. E’ ora di prendere in seria considerazione che il taglio degli alberi non è soltanto un danno ambientale ma anche un danno alla salute dei cittadini”

Quello di San Felice è solo uno dei tanti avvenuti negli ultimi tempi: “Ricordiamo i tagli di via Sesto, di via Postumia e il recente sradicamento di un bosco sulla sponda sinistra del cavo Morbasco. Stiamo facendo approfondimenti informando le autorità competenti perché se ci fossero degli abusi è giusto chiedere i danni.
Convinti che le regole vadano rispettate, chiediamo che l’Amministrazione cambi paradigma, sia più rigorosa nel fare controlli e nella richiesta di compensazioni più congrue e una comunicazione puntuale e preventiva ai cittadini”.

Il timore è che non solo in questo caso vi sia stata una mancanza da parte del Comune, ma che ve ne siano state anche altre, per gli stessi motivi. I tanti tagli che si stanno verificando in questo periodo dell’anno in varie zone della città, accrescono i timori: le associazioni vigileranno con attenzione sulle tante segnalazioni che stanno ricevendo, da ultimo anche un drastico intervento su un filare a bordo strada in località Boschetto. gb

© Riproduzione riservata
Commenti