Cronaca
Commenta1

Gli offrono arance ma gli strappano
i soldi. Finti fruttivendoli in azione

Sono entrati nella sua proprietà a bordo di un furgone spacciandosi per venditori ambulanti di frutta. Ma in realtà erano truffatori. Dopo aver confuso la vittima, le hanno strappato dalle mani 100 euro e sono fuggiti con la refurtiva.

E’ successo ieri poco dopo le 12,30 in un’abitazione di via Brescia. Gli autori della truffa sono stati descritti come due ragazzi sui 30 anni, corporatura robusta e accento meridionale. I due, a bordo di un anonimo furgoncino grigio, sono entrati nel cortile dell’abitazione della vittima con l’intento di vendergli la frutta.

“Mi hanno fatto vedere che avevano delle arance, così ho detto loro che ne avrei comprata una cassa”, ha raccontato la vittima. Ma invece di scaricare solo la cassa di arance, uno dei due malviventi ha iniziato a scaricare casse con altra frutta, iniziando a raccontare al residente che avevano un negozio in città. Le continue chiacchiere e il fatto di continuare a scaricare merce hanno confuso la vittima che intanto aveva estratto dal portafoglio una banconota da 100 euro per pagare le sue arance. A quel punto i due giovani gli hanno strappato il denaro dalle mani e sono fuggiti.

“All’inizio, quando ho detto che avrei acquistato le arance”, ha spiegato la vittima, “non volevano farmele pagare, poi hanno cominciato a scaricare altra frutta e non capivo bene il motivo. Ho pensato che mi volessero mostrare la merce che avevano per farmene comprare ancora. Quando ho preso i soldi dal portafoglio me li sono visti strappare dalle mani. E’ successo tutto in pochissimo tempo. Per di più si vedeva che la frutta non era in buono stato. E non ce n’era in grande quantità”. 

Il fatto è stato denunciato ai carabinieri che hanno avviato le indagini per cercare di identificare la coppia di truffatori ed evitare che raggirino altre persone, magari degli anziani. 

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti