Cronaca
Commenta2

Ufficio di presidenza fiume
"Uniti per difendere la Fiera"

Verrà redatto un manifesto a sostegno. Il 15 aprile Consiglio comunale in presenza negli ambienti fieristici

E’ durato circa due ore e mezza l’Ufficio di presidenza sulla Fiera di Cremona. Una riunione che ha visto, oltre alla partecipazione dei capigruppo delle varie forze politiche presenti in Consiglio comunale, anche il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti e i vertici di CremonaFiere, il presidente Roberto Biloni e il direttore Massimo De Bellis.

L’Ufficio di presidenza viene definito “molto intenso”, ma ha visto le forze politiche “concordi nel mettere tutte le energie” per fare in modo che la mostra nazionale del bovino da latte rimanga in città.

Tra le proposte avanzate, la costituzione di un comitato e l’avvio di una raccolta firme per difendere il futuro della manifestazione. In questo senso verrà redatto un manifesto in modo che anche la società civile possa avere una partecipazione massiccia.

“La Fiera e la mostra zootecnica – ha detto il presidente del Consiglio comunale Paolo Carletti – non si possono spostare da Cremona”. Lo stesso Carletti ha spiegato riferendosi al manifesto: “Si tratta di un atto politico comune che possa essere approvato in Consiglio comunale a Cremona, ma anche da quelli della nostra provincia”.

Nel corso dell’incontro sono state offerte rassicurazioni non solo sul fatto che la Fiera si farà in ogni caso, ma che c’è “un importante piano di rilancio”.

“Tutti – ha aggiunto il presidente – dobbiamo lavorare perché gli Enti di livello superiore capiscano il rapporto inscindibile tra Cremona e la mostra zootecnica”. Una mostra che “è il cuore della Fiera zootecnica, che a sua volta è il cuore di CremonaFiere che rappresenta una parte fondamentale della nostra comunità”.

Per dare “una plastica vicinanza” dell’assemblea cittadina alla Fiera stessa, il 15 aprile si terrà una seduta in presenza del Consiglio comunale proprio negli ambienti di piazza Zelioli Lanzini.

© Riproduzione riservata
Commenti