Cronaca
Commenta

1 giugno, si torna a cena
all'interno dei ristoranti

Con il ritorno del servizio al tavolo negli spazi interni e al bancone, si aggiunge un nuovo tassello alla ripresa della normale attività  per ristoranti e bar. Dal 1 giugno in zona gialla, dove la Lombardia si trova attualmente, sono tornate  le tavolate tra amici anche all’interno dei locali, è saltato il limite massimo di quattro persone al tavolo e si può cenare con relativa tranquillità visto che il coprifuoco è stato allungato di un’ora, alle 23. Resta però l’obbligo della mascherina ogni volta che ci si alza dal tavolo e restano pure numerosi adempimenti per la sicurezza a carico dei gestori, dalla separazione dei tavoli di almeno un metro, alla raccomandazione di tenere un registro con i recapiti dei clienti che si sono prenotati per 14 giorni. E’ tuttavia possibile accedere ai ristoranti anche senza prenotazione, purchè vi sia spazio sufficiente.

Il prossimo fine settimana sarà la prova del nove per vedere il grado di affezione della clientela, essendo ormai a ridosso dell’estate, quando la voglia di pranzare all’aperto prevale.

A Cremona, uno dei locali più penalizzati negli scorsi mesi in quanto senza possibilità di plateatico, è la Fabbrica di Pedavena di via Bergamo dove la prima serata di riapertura è avvenuta dopo ben otto mesi di serrata. Un avvio in sordina, complice la giornata infrasettimanale e prefestiva, circostanza che può aver facilitato le gite fuori porta. Senza contare che il caldo quasi estivo non ha invogliato a sedersi al chiuso.

© Riproduzione riservata
Commenti