Cronaca
Commenta

Va a pescare alla Lanca Gerole:
malore fatale per 37enne di Motta

L'uomo è scivolato in acqua, dove l’amico lo ha trovato con il corpo completamente immerso nella lanca e gli stivali che sbucavano fuori. Malore o annegamento: queste le cause più probabili.

Ha passato la notte in tenda vicino alla lanca Gerole, a Torricella del Pizzo. Poi, la mattina presto, sabato ha iniziato a pescare assieme ad un amico che attorno alle 8.30 gli ha posto una domanda. Ma a quella domanda A.G., 37 anni di Motta Baluffi, che con il fratello gestisce una carrozzeria a Motta Baluffi, non ha mai risposto.

Il 37enne infatti era già morto: è scivolato in acqua, dove l’amico lo ha trovato con il corpo completamente immerso nella lanca e gli stivali che sbucavano fuori. Malore o annegamento: queste le cause più probabili. L’amico di A. non è riuscito a intervenire prima, perché l’erba alta non consentiva contatto visivo tra i due pescatori, che più volte si erano ritrovati a Po, o alla lanca Gerole, per dare sfogo a questa loro passione. Dunque, solo quando A. non ha risposto alla domanda, ha capito che qualcosa non andava ed è andato a controllare, trovandosi di fronte la scena scioccante.

L’amico della vittima ha tentato una manovra di primo soccorso, contattando nel mentre il 118: quando i sanitari sono giunti sul posto hanno tentato di rianimare il 37enne per mezz’ora, alla presenza anche dalla madre e del fratello (il padre di A. era morto qualche anno fa), invano. Per lui, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. G.G

© Riproduzione riservata
Commenti