Cronaca
Commenta

Avis, calo estivo nelle donazioni
L'appello del presidente Scala

Donazioni di sangue in calo, sia a livello locale che nazionale. Lo afferma il presidente Avis Gianpietro Briola, che fa un appello ricordando i 1800 pazienti in Italia che necessitano di trasfusioni ogni giorno e sottolineando che il fabbisogno in estate può crescere.

Situazione analoga per la città di Cremona: Giuseppe Scala, Presidente della sede Avis cittadina, fa un bilancio di quest’ultimo periodo, esprimendo preoccupazione non solo per il calo di donazioni, dovuti in parte alla stagione estiva, ma anche per la diminuzione del numero dei donatori.

“Come succede tutti gli anni nel periodo estivo, il numero di donazioni è leggermente in calo perché i donatori vanno in vacanza, perché si è tornati alla possibilità di muoversi, quindi abbiamo un calo fisiologico delle donazioni, seguito anche da un calo dei donatori” sottolinea. “Ci sono tante domande ma anche tante persone che escono dall’associazione per problemi di lavoro o per salute”.

Una situazione complessa, quella delle donazioni di sangue, che prevede una continua ricerca di volontari. “Invito tutti i donatori già attivi a rispondere alla chiamata dell’Avis per la donazione abituale” ha detto Scala- “E invito anche chi non è donatore ad avvicinarsi alla nostra associazione perché abbiamo sempre bisogno di avere il contributo di forze nuove, soprattutto giovani che sostengano il fabbisogno di sangue”.

© Riproduzione riservata
Commenti