Cronaca
Commenta

Ospedale, reparto Ginecologia:
finiti i lavori di restyling

Da oggi il reparto di Ginecologia dell’Ospedale di Cremona  ha un nuovo impianto di areazione caratterizzato da una unità di trattamento dell’aria e da collettori in acciaio Inox di ultima generazione posizionati nel controsoffitto del corridoio centrale. Inoltre, tutti i convettori a parete presenti nelle stanze di degenza sono stati sostituiti. Obiettivo dei lavori migliorare la qualità della degenza e il comfort delle pazienti.

L’UO di Ginecologia svolge attività di prevenzione, diagnosi e cura delle malattie dell’apparato genitale femminile, come fibromi uterini, cisti ovariche, tumori maligni del collo dell’utero e delle alterazioni della statica pelvica.

L’attività chirurgica si suddivide in interventi a scopo diagnostico ed interventi a scopo terapeutico.

Il reparto offre alla donne ambulatori per le patologie uro-ginecologiche e del pavimento pelvico; per l’assistenza e la cura delle problematiche connesse alla ginecologia adolescenziale. Inoltre si occupa della somministrazione del vaccino contro il papilloma virus, delle problematiche dell’età climaterica/menopausale, dell’infertilità di I livello.

Il reparto di Ginecologia è iscritto come centro di Primo livello nel Registro Nazionale della Procreazione Medicalmente Assistita. Questo significa che esiste un team multidisciplinare composto da ginecologi, andrologi, genetisti e psicologi che offre alle coppie un percorso integrato di diagnosi e terapia per la definizione di programmi riproduttivi personalizzati. In particolare i servizi offerti sono:

-consulenze psicologiche individuali e di coppia, isteroscopie ambulatoriali, laparoscopie-isteroscopie diagnostico operative in ricovero o day-surgery, radiologia interventistica, biopsie testicolari e crioconservazione spermatozoi. Entro tre mesi dal percorso diagnostico il team fa accedere la coppia al primo ciclo di cura.

Inoltre vengono offerti servizi di consulenza procreativa e percorsi di preservazione della fertilità per pazienti oncologiche o con patologie a rischio di fallimento precoce della funzionalità ovarica.

Il reparto rientra nel progetto della Fondazione Onda Ospedali Amici del Perineo. Ovvero offre una serie di servizi alle donne per la protezione del perineo durante il percorso di accompagnamento alla nascita. Fra questi servizi vi sono, prima del parto, corsi di insegnamento degli esercizi di Kegel e massaggio perineale quotidiano dalla 35° settimana, mentre durante il parto vengono messe in atto una serie di interventi a protezione del perineo della partoriente.

© Riproduzione riservata
Commenti