Politica
Commenta

Forza Nuova, a Cremona
l'exploit nel 2019 e poi il silenzio

La sede di Forza Nuova a Cremona il giorno dell'inaugurazione

Oscurata anche la pagina facebook di Forza Nuova Cremona, come di quella nazionale, dopo i fatti di sabato scorso a Roma, con la manifestazione no green pass degenerata in violenze e devastazione della sede nazionale della Cgil.

A Cremona la formazione di estrema destra aveva aperto una sua sede a fine 2018, in un condominio in fondo a viale Po, al civico 60. Poche settimane dopo, la prima e più impattante iniziativa annunciata pubblicamente, la presentazione del libro “Compagno Mitra – saggio storico sulle atrocità partigiane”, di Gianfranco Stella, con l’ex combattente della Rsi Claudio Fedeli. Poi, il silenzio, almeno dal punto di vista degli annunci pubblici.

Forza Nuova tuttavia non è scomparsa dalla rete. Risulta ancora attivo un blog (ultimo contenuto pubblicato il 24 giugno di quest’anno) da cui si può accedere a contenuti linkati, apparentemente inaccessibili. In questa stessa pagina sono visibili i contatti telefonici e mail del segretario provinciale e dell’addetto stampa.

La vicinanza temporale dell’apertura della sede alle elezioni comunali del 2019 aveva fatto immaginare una candidatura di Forza Nuova, cosa che invece non accadde. A rappresentare l’estrema destra alla consultazione elettorale fu invece Casa Pound che con Diego Ratti raggiunse lo 0,8% di consensi, per 295 voti, senza toccare però la soglia minima per poter entrare in consiglio comunale. gbiagi

© Riproduzione riservata
Commenti