Cronaca
Commenta

#InsiemepergliSDG, campagna
per lo sviluppo sostenibile

Il 3 novembre un consiglio comunale straordinario al Museo del Violino. Al centro dei progetti per Cremona la transizione ecologica e la filiera agroalimentare. Il sindaco Galimberti: "Dobbiamo diventare un hub di servizi per il settore agroalimentare"

Dal 3 al 6 novembre Cremona ospiterà una serie di iniziative nell’ambito del progetto #InsiemepergliSDG, la campagna promossa dal ministero degli Affari esteri insieme alla Fao e che vede come partner la Commissione europea, la SDG Action Campaign delle Nazioni Unite, il CIHEAM Iamb di Bari e Save the Children. SDG è un acronimo che sta per “Sustainable Development Goals”, obiettivi di sviluppo sostenibile. Queste giornate sono state infatti pensate per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli obiettivi delle Nazioni Unite e sul lavoro della cooperazione italiana per il raggiungimento di questi traguardi nel mondo post Covid-19.

Il calendario, che sarà reso noto dei dettagli nei prossimi giorni, prevede per il 3 novembre un consiglio comunale straordinario al Museo del Violino, con la partecipazione del viceministro degli Esteri Marina Sereni, del direttore generale aggiunto della Fao, Maurizio Martina, e di Marina Ponti, global director del progetto SDG Action Campaign.

Il 5 novembre si svolgerà invece, negli spazi di CremonaFiere, un convegno con la partecipazione dei rappresentanti del mondo economico cremonese. E sempre la fiera ospiterà, il giorno successivo, una grande festa dello sport con le associazioni sportive della provincia; proprio lo sport è infatti citato tra gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu.

In piazza del Comune inoltre saranno inoltre posizionate due installazioni interattive legate alla campagna #InsiemepergliSDG oltre ad un videomapping, realizzato da un’azienda cremonese, proiettato ogni sera sul Torrazzo.

“Queste giornate – spiega Gianluca Galimberti, sindaco di Cremona – rappresenteranno un momento importante di riflessione per tutta la nostra città e vedranno la partecipazione di numerosi partner, a partire dalla Camera di commercio, dalle Università, dalla Fiera e dalle Fondazioni che operano sul territorio. Al centro dei progetti per Cremona ci saranno – ha continuato – i temi della transizione ecologica e della filiera agroalimentare; intendiamo infatti presentarci al mondo attraverso la nostra food policy, gli esempi di imprese che operano a chilometro zero e le iniziative che abbiamo intrapreso perché Cremona diventi un hub di servizi per il settore agroalimentare”. Nel corso delle giornate ci sarà spazio per appuntamenti organizzati con Lgh, A2A, Grana Padano, Lago Scuro, Corteva ed altri partner. Spazio anche ai laboratori per bambini ed incontri di approfondimento seguiti, come media partner, da Cremona 1 e CremonaOggi.

“Il ruolo degli enti locali per la realizzazione degli obiettivi 2030 è strategico – sottolinea Stefano Gatti, ministro plenipotenziario presso il ministero degli Affari esteri -: per questo siamo felici di avere trovato nell’amministrazione di Cremona un interlocutore attento per sostenere la nostra campagna di comunicazione che ha come destinatari principali le famiglie ed i giovani” g.lo.

© Riproduzione riservata
Commenti