Cronaca
Commenta

Ludopatia piaga da combattere
Inaugurato sportello a Castelverde

Contrasto al gioco d’azzardo patologico con l’apertura del primo sportello territoriale a Castelverde in collaborazione con l’Azienda Sociale. Sarà un punto di riferimento per tutto l’ambito cremonese che comprende i territori sino a Pizzighettone e Soresina. Ogni martedi dalle 10 alle 12 un educatore accoglierà le persone per dare informazioni e per indirizzare tutti quelli che hanno problematiche con il gioco d’azzardo.

Tra le strategie messe in campo per contrastare questa patologia dal 2017, Castelverde è stato il primo comune insieme a Cremona ad adottare un regolamento contro il gioco d’azzardo. Sul territorio di Castelverde, da qualche anno è stata aperta una sala giochi che si è dovuta adeguare alle norme e che prevede orari restrittivi. “Abbiamo avuto diversi contatti con un rappresentante di questa società – ha spiegato il sindaco di Castelverde Graziella Locci – che si è presentato come curatore degli interessi della Camera dei Deputati svelando lo stretto contatto con il governo.  Ma noi siamo stati irremovibili sul regolamento adottato a tutela dei cittadini”.

La piaga del gioco d’azzardo è abbastanza diffusa a Castelverde, che ha un numero piuttosto elevato di giocatori “giovani, donne che restano nel sommerso, pensionati, perdono il controllo e restano senza soldi”, ha commentato l’assessore alle politiche sociali del Comune Nicoletta Domaneschi, che ha chiosato: “la dipendenza in generale è aumentata con il Covid e c’è stato un innalzamento del gioco on line”.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti