Cultura
Commenta

Don Dante Carraro alla sede
Avis: "L'Africa ci insegna"

La Sede Avis di Cremona ha ospitato ieri sera la presentazione del libro “Quello che possiamo imparare in Africa. La salute come bene comune”, di don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm, scritto con Paolo di Paolo, edito da Laterza. All’incontro, moderato dal giornalista di Cremona1tv Simone Bacchetta, sono intervenuti oltre all’autore del libro anche il dottor Alberto Rigolli e il dottor Giacomo Ferrari entrambi con diversi anni di lavoro in Africa con il Cuamm.

Il racconto di un’avventura personale e collettiva, la storia e il presente dei 70 anni del Cuamm attraverso gli occhi e l’esperienza del suo direttore, don Carraro. La messa a fuoco di un modo di intendere la cooperazione sanitaria internazionale che ha al centro la “cura”: delle persone, dell’impiego delle risorse, dei risultati.

“L’Africa ci insegna, o almeno a me ha insegnato, – afferma don Dante Carraro – che il lamento serve a poco; ciò che fa la differenza è passare dal lamento al rammendo. E trovare strade nuove per dare valore a quanto ci sembrava perduto. Mi ha insegnato a mettere alla prova tutti gli schemi fissi, compreso un certo delirio di onnipotenza occidentale. Mi ha insegnato che la frugalità non è un limite, ma può diventare un’opportunità per far leva più sull’intelligenza e sullo studio che sul denaro. E a non avere paura dei figli: sono vita, coraggio, sfida, futuro, entusiasmo”.

© Riproduzione riservata
Commenti