Ambiente
Commenta

Tariffa puntuale, l'esperienza
cremonese all'assemblea Anci

L’esperienza cremonese della tariffa puntuale rifiuti e dell’economia circolare è stata presentata dall’assessore Maurizio Manzi (Innovazione, Digitalizzazione e Gestione Integrata del Ciclo dei Rifiuti) in uno dei più autorevoli tavoli di confronto con analisti ed esperti di settore e rivolto alle Amministrazioni locali, l’Assemblea annuale dell’ANCI svoltasi a Parma. L’intervento dell’Assessore è avvenuto durante l’incontro Tassa – Tariffa. Dalla teoria alla pratica, esperienze a confronto.
“Il confronto con i rappresentanti di società esperti della tematica è stata un’occasione straordinaria per raccontare quanto è stato e sarà fatto a Cremona, cogliendo allo stesso tempo spunti per il futuro”, dichiara l’Assessore Manzi, che aggiunge:  “È stata l’occasione per analizzare e confrontarsi rispetto alle direttive di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), alle azioni indispensabili per un’attivazione di successo della Tariffa Puntuale, per definire il modello organizzativo e le esigenze di comunicazione a supporto di un cambiamento che vede gli utenti parte attiva, nonché protagonisti di un processo che prevede l’adozione di una modalità più equa e più trasparente, che premia i comportamenti virtuosi di quei cittadini capaci di differenziare correttamente i rifiuti e di ridurre al minimo quelli non riciclabili”.
“Un cambio di marcia orientato verso un atteggiamento più attento e responsabile nei confronti dell’ambiente, che bandisce gli sprechi e introduce il principio di equità e conferma che la tariffazione puntuale risulta essere la strategia più efficace per ottenere i migliori risultati e creare sinergie positive tra prevenzione e riciclo dei rifiuti.
“Dal confronto si è avuta la conferma di un metodo che consente di raggiungere gli obiettivi indicati nelle Linee strategiche di mandato del Sindaco: diminuire la produzione di rifiuti alla fonte, una raccolta differenziata che punti alla qualità dei materiali, una maggiore percentuale di tale raccolta che porti ad un elevato recupero degli stessi”, conclude l’Assessore Maurizio Manzi.

© Riproduzione riservata
Commenti