Ambiente
Commenta

Parco del Morbasco, il sentiero della
ferrovia potrà essere valorizzato

Si apre uno spiraglio per la valorizzazione dei due percorsi naturalistici in uno degli angoli meno noti del parco del Morbasco, il tratto cittadino che corre lungo la linea ferrovia Cremona – Piacenza. In parte il percorso è ancora contrassegnato dalle rotaie dismesse da decenni, che corrono  poco più in basso all’attuale linea ferroviaria: alle due estremità ci sono la cascina Moreni e e il passaggio a livello di via Ghinaglia, dove il percorso è interrotto da una sbarra. L’altro tracciato corre lungo una sponda del Morbasco ed è parallelo al muro dell’Ocrim: il punto di partenza è in fondo a via Aquileia, nei pressi del parco Baden Powell.

Di questi due percorsi, si è parlato in un recente incontro tra l’assessore all’Ambiente Simona Pasquali e una rappresnetanza del Wwf composta tra gli altri dal presidnte Bassano Riboni e da Carlo Capurso che di propria iniziativa, nell’ultimo anno e mezzo, ha ripulito le rotaie dalla vegetazione. “Ci siamo incontrati e l’amministrazione comunale si è detta disposta a stilare un piccolo progetto, con preventivo dei costi, per rendere frubili questi due percorsi”, ha detto Capurso. “Si tratterebbe di ripulire il tratto finale del percorso ferroviario, nella parte che arriva fino al passaggio livello, dove ci sono anche piante di grosse dimensioni, quindi di togliere la sbarra che attualmente impedisce l’accesso. Per quanto rigiarda il percorso lungo il muro dell’Ocrim. basterebbe togliere il cancello in fondo a via Aquileia, è percorso è già esistente”.

L’altro obiettivo su cui il Wwf punta molto è quello di una rinaturalizzzione dell’area umida del Morbasco che è andata prosciugandosi negli ultimi anni, privando quindi l’avifauna di un habitat ideale. per ilresto, questa parte terinale del parco si presenta ancora selvaggia, una vera e propria foresta di città.

© Riproduzione riservata
Commenti