Cronaca
Commenta

Ritorno a scuola dopo le vacanze
Le voci degli studenti cremonesi

servizio di Simone Bacchetta

Ieri, 10 gennaio, la maggior parte delle scuole cittadine ha riaperto i battenti. In presenza, così è stato deciso dal governo dopo mille polemiche e altrettante riflessioni. Ma non senza qualche timore, almeno stando ai ragazzi delle superiori che in via Palestro si apprestavano a rientrare in classe dopo le vacanze. Felicità di rivedere i propri compagni, ma paura per i contagi che ogni giorno continuano ad aumentare, a scuola come in tutti gli altri contesti. Qualcuno avrebbe preferito, almeno per qualche giorno, la didattica a distanza.

Come prevedibile ci sono già classi in dad, con i ragazzi che assistono alle lezioni da casa. Ad esempio, a inizio mattina, erano due le classi in dada al liceo Aselli; nessuna invece al Ghisleri – Vacchelli, dove tuttavia erano in dad 50 studenti e tre docenti positivi. Si tratta di numeri, precisano i dirigenti scolastici, in continua evoluzione.

Simone Bacchetta

© Riproduzione riservata
Commenti