Cronaca
Commenta

Violenza a Capodanno a Milano, il
cremonese Zakaria salvò una ragazza

Piazza Duomo a Milano

Ha salvato una delle ragazze dalle brutali aggressioni del 31 dicembre in piazza Duomo a Milano, ma non è riuscito ad aiutare la sua amica, mentre era a terra in balìa degli aggressori:  Zakaria, 18enne italo-marocchino della provincia di Cremona, ha cercato di fare la sua parte per fermare il branco. La vicenda emerge dalle pagine del Corriere della Sera, che in questi giorni sta ricostruendo poco a poco quanto accaduto.

Secondo il quotidiano, il giovane ha raccontato di essersi rotto un dito; “All’inizio non me ne sono accorto, cercavo solo di strapparla da lì” ha detto. “Però non è colpa degli stranieri. Non tutti sono così, non sono tutti uguali”.

Si tratta uno dei tanti episodi di quella notte: nove le vittime finora accertate, ma secondo gli inquirenti le molestie a carico della banda potrebbero essere molte di più.

Finora le indagini della polizia hanno portato al fermo di un 21enne torinese di origini marocchine e di un 18enne italo-egiziano domiciliato a Milano, mentre sono già 18 i giovani identificati: sei egiziani, due marocchini, cinque italiani e cinque italiani di origine nordafricana.

© Riproduzione riservata
Commenti