Lettere
Commenta

Luce pubblica accesa anche
di giorno: il rimedio ci sarebbe

da Matteo Tomasoni

Gentile direttore,

purtroppo nella nostra città, il problema “luci accese durante il giorno” permane. Nei giorni scorsi, per la precisione domenica 7 febbraio, di pomeriggio, in via Massarotti (piazza Cadorna – autosilo), viale Po, da largo Moreni al Morbasco e nelle vie Bissolati, Pettinari, Sant’Omobono….luci accese in anticipo.

Rimangono accese inutilmente per più di un’ora di media al giorno, per 365 giorni.

Teniamo conto che l’accensione delle luci oltre il necessario, comporta una maggiore spesa in termini di consumo di energia elettrica, ma anche un deterioramento precoce dei materiali, ossia delle lampade, che dovranno ovviamente essere sostituite con maggiore frequenza (con relativi costi di materiali e manodopera).

Il comando di accensione (crepuscolo) e spegnimento (alba) delle luci avviene attraverso apparecchiature come l’interruttore crepuscolare o l’orologio astronomico.

L’interruttore crepuscolare, grazie ad una fotoresistenza, consente l’accensione e lo spegnimento delle lampade, in base alla quantità di luce esterna.

È dotato inoltre, di un regolatore (detto trimmer) che permette di decidere a quanti lux deve azionarsi il dispositivo.

L’interruttore crepuscolare astronomico, impostando il prefisso telefonico (nel nostro caso 0372), permette di calcolare l’orario di funzionamento all’alba e al tramonto.

Riconosce l’ora solare, l’ora legale e le coordinate “longitudine e latitudine”, in qualsiasi periodo dell’anno.

L’interruttore crepuscolare, funziona attraverso un sensore posto all’esterno che si può sporcare (fogliame o altro) e di conseguenza anticipa l’accensione, ma anche all’alba (vede ancora buio), e ritarda lo spegnimento delle luci stesse.

Nella nostra città (come in altre), in base a situazioni diverse e da zona a zona, si richiedono tempi di accensione e spegnimento diversi.

Per soddisfare queste esigenze, impostiamo manualmente i parametri dell’orologio.

Esempio: 1) Nelle gallerie e porticati la luce naturale viene meno rispetto a quella stradale, dunque regoleremo il nostro orologio anticipando l’accensione e ritardando lo spegnimento.

2) Questo vale anche per il centro storico, dove le giornate sono leggermente più corte (tipologia delle strade) rispetto alla periferia.

3) Si possono accendere le luci alle fontane, in orari prestabiliti ect.

Avremo ottenuto un risparmio energetico, senza tralasciare le varie esigenze. Soprattutto, a favore della sicurezza e del decoro. Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti o altro.

Matteo Tomasoni 

© Riproduzione riservata
Commenti