Cronaca
Commenta

Ex Provveditorato, 97mila euro alla
Provincia: trasferimento più vicino

Nuovi passi avanti per il trasferimento dell’Ufficio Scolastico Territoriale a Palazzo Ghisalberti in via Milano a Cremona.

E’ stata infatti approvata da parte della provincia di Cremona la scrittura privata che sancisce l’accordo con Prelios (società di gestione del risparmio che ha in mano l’immobile) per risolvere consensualmente il cosiddetto “Addendum” al contratto di affitto dell’immobile di piazza XXIV maggio, attuale sede del Provveditorato agli studi.

La Provincia si vedrà restituire oltre 97mila euro (97.600 euro IVA inclusa, 80mila netti, nda) originariamente stanziati per le opere di riqualificazione all’immobile che, contrariamente a quanto indicato in un primo momento, non verranno più eseguite né dall’Ente provinciale né dalla società di gestione del risparmio.

Con la risoluzione dell’Addendum decade anche “l’inammissibilità della possibilità di recesso anticipato del contratto”. In concreto significa dunque che la Provincia ha la facoltà di poter procedere in questo senso. Rimane, in ogni caso, valido il contratto di locazione tra l’Ente e Prelios ad eccezione dello stesso Addendum, risolto, come detto, consensualmente.

Tuttavia questa operazione mira al completo affrancamento della Provincia per quanto riguarda gli uffici dell’Ust in vista del definitivo spostamento in via Milano. La clausola di uscita dal contratto verrà esercitata una volta che sarà effettivo lo spostamento nei nuovi ambienti di Palazzo Ghisalberti, dove nel frattempo sono stati svolti anche lavori di riqualificazione.

Il trasloco nella nuova sede, sfruttando gli ambienti lasciati liberi dall’Università Cattolica trasferitasi nella nuova sede di Santa Monica, permetterà all’Ente anche un consistente risparmio, quantificabile in circa 200mila euro annui.

Prelios aveva costituito nel 2013 Eridano, un fondo privato ad apporto di immobili pubblici promosso dalla Provincia di Cremona, detentrice del 100% delle quote e all’epoca presieduta dall’attuale europarlamentare di Forza Italia Massimiliano Salini.

Il fondo aveva un valore iniziale di mercato di circa 40 milioni, composto in parte – a fronte dell’emissione di quote del fondo – da 13 immobili della Provincia (tra cui la sede di Palazzo Tinti Pallavicino Clavello), alcuni dei quali locati all’Ente stesso. La durata del fondo era stata fissata in 15 anni.

Mauro Taino

© Riproduzione riservata
Commenti