Politica
Commenta

Onorificenza ad Angela Cauzzi,
il centrosinistra apre all'opposizione

Forze politiche verso un accordo bipartisan per l’assegnazione delle onorificenze proposte in due diversi momenti dall’opposizione: al medico Giancarlo Bosio, richiesta che risale ormai a novembre 2020, pneumologo andato in pensione dopo 40 anni di attività all’ospedale di Cremona e in prima fila nella lotta al Covid; e alla ex soprintendente del teatro Ponchielli Angela Cauzzi, chiesta da tutti gli 11 consiglieri di opposizione, da Fratelli d’Italia a M5S, richiesta presentata una settimana fa.

Di entrambe ha discusso ieri l’Ufficio di presidenza; l’ipotesi è di portare i due testi nel consiglio comunale di fine aprile.

Per quanto riguarda Bosio, la maggioranza ha avanzato la proposta di affiancare al nome dello pneumologo quello dell’infettivologo Angelo Pan, anch’esso figura simbolo della dedizione dei sanitari contro il Covid.  Il riconoscimento – che potrebbe consistere in una medaglia, oppure  una targa, magari da apporre in una sala dell’ospedale – potrebbe essere formalmente ritirato dai due medici, ma il testo potrebbe essere formulato in modo tale da coinvolgere tutte le professioni mediche e sanitarie.

Più delicata la questione Cauzzi. Come noto si era creata una spaccatura all’interno della maggioranza quando il sindaco, presidente della Fondazione Ponchielli, decise di non rinnovarle l’incarico. L’ordine del giorno della minoranza, punta a una discussione aperta in consiglio comunale dove il Pd è diviso tra componenti più o meno vicine al sindaco. Dall’ufficio di presidenza è uscito un sostanziale via libera al riconoscimento alla Cauzzi, probabilmente motivandolo con i il prestigio acquisito dal teatro Ponchielli durante i 30 ani di gestione della sovrintendente. gbiagi

© Riproduzione riservata
Commenti