Ambiente
Commenta

Rifiuti non raccolti, il 27 aprile
incontro Comune-amministratori

Rifiuti non ritirati da Linea Gestioni in quanto non differenziati correttamente: il problema, che aleggiava fin da avvio sperimentazione tariffa puntuale, sta cominciando ad emergere ora che gli addetti alla raccolta casa per casa hanno cominciato a non prelevare più i sacchi non conformi.

E’ il caso dei condomini Aler di via Angelo Borroni dove da diversi giorni si stanno accumulando sacchi di indifferenziata nel cortile, in particolare dei civici 1 e 3. Borsine della spesa, sacchetti dello shopping e vari altri tipi: tutti, tranne quelli regolamentari, gli unici che devono essere usati per il secco, dotati di tag per identificare l’utenza.

“E’ un problema che va risolto  – ammette Maurizio Manzi, assessore ai rifiuti – La settimana prossima, il 27 aprile, avremo un incontro con gli amministratori di condominio, e quindi anche con Aler, per fare il punto della situazione. Mentre non riscontriamo quasi più sacchi non conformi depositati sui marciapiedi (per le case singole o comunque quelle prive di area interna, ndr) si è visto che in alcuni casi gli inquilini dei condomini portano in cortile i sacchi non dotati di tag, senza curarsi di quale sia il giorno della raccolta del secco. Per ora non sono ancora scattate le sanzioni, ma la strada è quella”.

Prima di arrivare alle multe, che nel caso dei condomini saranno inevitabilmente spalmate su tutti gli inquilini, Linea Gestioni ha apposto cartelli sui sacchi non corretti, avvertendo dei motivi del mancato ritiro.

“C’è ancora una parte residuale di utenza che non ha ritirato i sacchi blu o che non vuole differenziare, ma i risultati complessivi sulla città ci sono. Da quando abbiamo avviato la sperimentazione della raccolta puntuale si è passati da 130 a 90 kg di rifiuti secco pro capite all’anno”, afferma Manzi. “Ma stiamo pensando, e presto realizzeremo, altre azioni per migliorare la raccolta differenziata, in particolare della plastica”. gbiagi

Guarda QUI il servizio del 28 marzo sull’avvio delle sanzioni per chi non differenzia correttamente

© Riproduzione riservata
Commenti