Ambiente
Commenta

A Malagnino 50 nuove piante per
i bimbi nati negli ultimi tre anni

Nella mattinata di domenica 1° maggio si è svolta nei pressi dell’area verde adiacente al Chiosco di Malagnino la “Festa della Vita” con cui l’amministrazione comunale ha dedicato un nuovo albero messo a dimora, ai 44 bimbi residenti e nati negli anni 2019, 2020 e 2021.
Il sindaco Donato Losito ha ricordato che la festa è stata rimandata più volte a causa della pandemia che ha duramente colpito la comunità di Malagnino.

Un numero così importante di nascite in una piccola comunità come quella di Malagnino, mentre il trend nazionale registra un forte calo demografico, è davvero un segnale che fa ben sperare.

Il consigliere Simonini ha ricordato che La Legge n. 10 del 14 gennaio 2013, conferma l’obbligo di mettere a dimora un albero per ogni nuovo nato o adottato (cioè per ogni iscrizione all’Anagrafe Comunale), l’obbligo vale per i comuni al di sopra dei 15.000 abitanti ma Malagnino ha voluto comunque fare la sua parte mettendo a dimora oltre 50 piante autoctone.

Al termine della cerimonia è stata inaugurata la nuova area giochi adiacente al Chiosco, donata da Stefano Rossi, Amministratore Delegato della Martino Rossi SPA, che ha voluto così regalare un importante contributo alla propria comunità, contributo che rende Malagnino un comune sempre più a misura di bambino e delle famiglie.

 

© Riproduzione riservata
Commenti