Cronaca
Commenta

Sport e solidarietà: l'8
maggio torna la Corsa Rosa

E’ stata presentata oggi la Corsa Rosa 2022, gara podistica ma anche camminata ludico-motoria, dedicata alla sensibilizzazione al tema della violenza contro le donne e la parità di genere. Ma l’evento, promosso dall’Uisp, ha anche una finalità più prettamente sociale: il ricavato dell’evento, infatti, viene devoluto alla Lilt (Lega italiana per la lotta ai tumori).

L’appuntamento, alla sua dodicesima edizione, è per domenica 8 maggio, con partenza dalle Colonie Padane alle ore 9 (sebbene già dalle 8 vi siano le prime partenze libere). Due sono i percorsi, uno da 6 e uno da 12 km, entrambi molto accessibili a tutti. PArtendo dal parco, attraverso le piste ciclabili si arriverà al centro cittadino, in piazza Duomo, per poi proseguire verso gli argini del Bosco ex Parmigiano, tornando poi in via del Sale e di nuovo alle Colonie, dove la giornata si concluderà con una festa.

Lungo il percorso ci saranno 45 volontari, tutti uomini, in segno di attenzione e di sostegno alla manifestazione.

“La Corsa Rosa rappresenta per la nostra Agenzia un importante momento di sensibilizzazione verso l’adozione di stili di vita salutari” dichiara il Direttore Generale di Ats della Val Padana, Salvatore Mannino. “Tra questi, appunto, l’attività motoria, quale strumento per il miglioramento del proprio benessere psicofisico e relazionale delle persone di qualunque età, forse mai tanto desiderato come in questi tempi di pandemia.

Rinnovare il consolidamento di questa rete di partnership tra Enti, Istituzioni ed Associazionismo – mai comunque interrotta nonostante questi ultimi due anni difficili, nel corso dei quali sono state fortemente limitate le occasioni di incontro, promozione e azione – consente di incrementare l’impatto di azioni positive sulla collettività e contribuisce al cambiamento culturale con il radicamento del messaggio che la prevenzione abbinata alla promozione di stili di vita salutari continua ad essere la vera sfida per il sistema sociosanitario”.

Torniamo a correre per sostenere le tante realtà associative che nel territorio si occupano della salute e dei diritti del mondo femminile” aggiunge Luca Zanacchi, assessore allo Sport del Comune di Cremona. “La verità è che alla Corsa Rosa vorrei vedere tanti uomini, tanti giovani, credo che gli uomini abbiano ancora molto da restituire al mondo femminile e alle donne. Correre la corsa rosa è un importante segnale di vicinanza e un importante momento di sensibilizzazione aperto a tutta la cittadinanza”.

© Riproduzione riservata
Commenti